Questionario

Qui di seguito proviamo a porre delle domande su alcune cose che ci sono venute in mente. Tu dovrai esprimere una preferenza sulla importanza che attribuisci all’argomento. Insomma quanto reputi importante l’argomento e che priorità gli attribuisci.

Più utile sarà quello che vuoi aggiungere tu, scrivendo nei “commenti”. Si potrà così inserirlo anche nei sondaggi.

                                                                                                                                                                  

Nota: se la casella di selezione è quadrata puoi dare più risposte (solitamente 2). Se è tonda ne puoi dare una sola.

 

Viabilità

Quali interventi per migliorare la viabilità?

View Results

Loading ... Loading ...

Cambiare le soste a pagamento?

View Results

Loading ... Loading ...

Spostare l'accesso all'Ospedale? (non passando più per il centro e vicino alle scuole)

View Results

Loading ... Loading ...

Per aumentare l'attrattività del centro storico?

View Results

Loading ... Loading ...

Per questa domanda ti consigliamo di leggere prima la pagina “Vieni ad Angera” in “Per il turismo”.

Sei favorevole ad una chiusura parziale di via Greppi?

View Results

Loading ... Loading ...

Cosa fare per i giovani?

View Results

Loading ... Loading ...

Per questa domanda ti consigliamo di leggere prima la pagina “Gli Anziani” in “Chi siamo”

Cosa fare per gli anziani?

View Results

Loading ... Loading ...

e per finire un vecchio quesito

Quali sono i problemi più urgenti per Angera, secondo te?

View Results

Loading ... Loading ...

27 comments

  1. pastorelli giampiero

    Quattro sono i grandi problemi di Angera
    1) L’Ospedale ( il suo accesso e i parcheggi )
    2) Il rilancio di “Angera Città Turistica” ( iniziative che ne rilancino il prestigio storico, le bellezze paesaggistiche ed il turismo )
    3) Il sostegno agli anziani ( servizi, assistenza e sostegno alle famiglie )
    4) I giovani ( centri di aggregazione, strutture sportive e reali iniziative che stimolino il loro interesse per il territorio.
    Il resto è routine aministrativa….tutti vogliono le strade senza buche…tutti vorrebbero paecheggi non a pagamento,…tutti vogliono un acqua pura e controllata…tutti vogliono, visto che lo paghiamo, un sistema fognario efficiente.
    Niente grandi progetti ma una maggiore attenzione ai cittadini..il dialogo ed il confronto sono quello che loro chiedono…non ascoltarli porta a scelte personalistiche che alla fine si dimostrano perdenti.

    Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 5 Thumb down 4

  2. quaglia

    Pastorelli ha perfettamente ragione , poiche i 4 punti elencati attengono
    – Incremento e riqualificazione delle struttura ospedaliera e sua viabilità e parcheggi .
    – Tutela del territorio e valorizzazione ambientali e paesaggistiche .
    – Politiche socio assistenziali alla persona e famiglie (anziani , disabili, strutture di assistenza )
    – Incremento delle strutture e delle politiche giovanili per lo sport, attività socialmente utili ed aggregatorie ,volontariato etc.

    Condivido inoltre la parte finale dell’intervento di Pastorelli

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 2 Thumb down 4

    1. admin

      Ringraziamo per il contributo sia il sig. Pastorelli che il sig. Quagliaroli. Apprezziamo soprattutto il fatto che loro come noi vorrebbero veder nascere un confronto continuo tra gli abitanti di Angera per individuare i punti critici o che più semplicemente necessitino di una soluzione. Una volta raccolte le proposte si penserà a creare una scaletta di priorità.
      Ora chiediamo a loro, come a chiunque altro, uno sforzo ulteriore: se su questi problemi essi abbiano qualche idea da realizzare. Così la trascriviamo e la mettiamo nel pentolone del blog, prima di studiare insieme una sintesi. Grazie ancora per il contributo attuale.

      Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  3. duilio

    – la viabilità alle auto e moto nel centro paese e lungolago deve essere limitata o addirittura interdetta in alcuni periodi dell’anno ( almeno nei fine settimana primaverili ed estivi ) in modo da ridurre incidenti stradali ( specialmente nell’intersezione tra la via comunale Via Caduti angeresi e quella provinciale Via europa dove sarebbe opportuno una rotonda o almeno limitatori di velocità sulla carreggiata ). Si potrebbero ampliare i parcheggi già esistenti vicino ai campi da tennis senza intasare quelli sul lungolago .
    Manca un polo sportivo comunale dedicato a basket, pallacanestro , pallavolo ( per ora è presente solo nelle scuole elementari non accessibile quando le stesse sono chiuse )

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 3 Thumb down 0

  4. Chicca

    Tutti d’accordo sul fatto che la viabilità debba essere migliorata, le acque depurate ecc., semmai strano che una cosa su cui tutti concordano ancora non funzioni… ma la polemica fine a se stessa è inutile. Io farei un passo avanti: cosa vogliamo di NUOVO? La realtà ci dice che mancano iniziative per tutti, in particolar modo per i giovani che per il loro tempo libero si allontanano. Manca un centro sportivo, manca la possibilità di fare concerti (magari legati ad una festa della birra che ha tanto successo ovunque) un po’ “rumorosi” (non c’è solo il liscio!), mancano iniziative culturali (abbiamo la biblioteca, abbiamo una libreria: mettersi in contatto e invitare qualche autore per la promozione di un libro?), abbiamo sempre più stranieri, cerchiamo la reciproca conoscenza e la loro integrazione (coinvolgerli nella realizzazione di un festival sudamericano, piuttosto che africano o dell’europa dell’Est e magari offrire ai nuovi arrrivati dei corsi di italiano)… Insomma, io credo che la strada per un cambiamento/miglioramento vada cercata anche e soprattutto verso direzioni nuove, fermo restando che i servizi di base sono importantissimi e devono funzionare.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 4 Thumb down 0

  5. franco

    e la nautica? … Angera è una citta sulle rive di un lago e ritengo debba sviluppare la nautica; giusto o sbagliato nel giro di poco tempo 3 dei cantieri nautici di Angera sono stati chiusi. Cosa si vuola fare in futuro? Pur amando la “tranquillità” di Angera ritengo che l’ aumento dei posti barca possa rivitalizzare la città senza toglierle il suo fascino.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 4 Thumb down 0

  6. Asole

    La nautica,
    non porta solo turisti negli wekend che svegliano il riposo degli Angeresi,
    ma ricercano e utilizzano con moneta contante:
    affitti e acquisto abitazioni
    utilizzo bar, pasticcerie, pizzerie, ristoranti
    utilizzo negozi, supermercati, floricoltura
    utilizzo autolavaggio, acquisto di carburante
    senza permesso gratuito, parcheggio a pagamento
    grazie

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 5 Thumb down 0

  7. barbara

    dovrebbero ristrutturare le scuole per i bambini, sarebbe bello avere una barca che ti porti sull’isolino magari anche i turisti vorebbero andare.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 3 Thumb down 0

  8. alberto fornai

    Sono un pittore e ho preso in affitto uno dei 10 negozi vuoti nella via Greppi per esporre i miei quadri. Le saracinesche delle tre vetrine rimangono alzate giorno e notte (approfitto dell’iluminazione stradale). Ho riempito di quadri le pareti, le vetrine ecc., in modo che dalla strada si può vedere quasi tutto, che è solo in esposizione. Il negozio è quasi sempre chiuso, ma per informazioni c’è il recapito telefonico, l’email, il sito internet ecc. In questo primo mese i miei quadri sono stati visti da più persone che da quelle della collettiva, fatta in una galleria di Milano lo scorso Giugno.
    Ho scritto alla Prealpina che ha fatto un articolo su questa idea, cioè:
    – Dare questi negozi sfitti ai pittori (meglio un piccolo affitto che niente) , per fare di questa via e di Angera anche una località artistica.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 6 Thumb down 0

  9. carla

    Angera, come molti altri piccoli paesi, soffre per l’abbandono da parte dei suoi stessi abitanti. Penso che debba essere chi vive nel paese “a viverlo” e viverlo significa anzitutto non allontanarsene, prediligendo per le passeggiate località più frequentate turisticamente, cittadine con più servizi o, per i propri acquisti, i centri commerciali.
    So quanto sia difficile e rischioso intraprendere nuove attività ma “chi non risica non rosica” e un pò di rischio dà sapore alla vita. Perchè non inventarsi un lavoro, magari artigianale, creativo, che attiri ad Angera la gente dei paesi limitrofi e i turisti?…chiedendo un aiuto all’amministrazione comunale?…fanno troppa tristezza tutte le serrande calate, come occhi chiusi, sulla via più antica e bella!
    E poi il centro per il canottaggio: muri decrepiti, finestre arrugginite, squallore ovunque si guardi. C’è chi dà volontariamente una mano per incentivare questa attività, ma la ristrutturazione dovrebbe essere competenza di altri. Visti anche i brillanti risultati nelle competizioni credo che gli atleti si meriterebbero una sede più dignitosa.
    E l’ospedale?….”fiore all’occhiello” di Angera…un pò d’acqua per non farlo avvizzire: nuovo ingresso, un più ampio parcheggio e un pò di maquillage generale.
    Ciao angeresi!

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 2 Thumb down 0

  10. michela

    I problemi di Angera?
    Il primo è la mancanza cronica di fondi, senza i quali qualsiasi proposta rischia di restare nell’aria. Fondamentale mi sembra la questione della Scuola materna, qualcosa si è mosso ma non si sa se mai riusciremo ad avere una sede adatta per i nostri bambini. Manca una struttura che permetta a bambini e ragazzi di svolgere attività sportive, magari si potrebbe sondare il terreno e permettere a privati di realizzare qualcosa. Rivedere la viabilità dell’ospedale, creando dei parcheggi adeguati.
    Per quanto riguarda la riqualificazione della via Mario Greppi appoggio la proposta di Alberto Fornai… non sarebbe male nemmeno la possibilità di mettere dei tavolini in zone adeguate, organizzare qualche festa. In generale da angerese di nascita devo dire che una grande pecca della nostra cittadina è la scarsa propensione alla convivialità di concittadini e non che gestiscono le strutture ricettive… un po’ di sorrisi in più sarebbero di sicuro un mezzo semplice e gratuito per incrementare la voglia di frequentare locali e ristoranti del nostro paese.
    Utilizzare di più i grandi spazi che abbiamo sul lungolago, organizzare qualche concerto (il mio sogno? VanDeSfroos ad Angera) anche se fa un po’ di “casino”.
    Non conosco le problematiche degli anziani, mi sembrano buone le proposte fatte nella sezione.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 1 Thumb down 0

  11. alessandro

    quello che ha detto giampiero !!!!é quello che penso anchio !!!!e poi penso !!!na giunta comunale giovane con mentalita di adesso e non stravecchia !!!!!!

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 1 Thumb down 0

  12. quaglia

    Da wikipedia rileviamo che il termine blog deriva dalla contrazione di
    web-log , ovvero “diario in rete” , e che il conduttore-gestore si chiama blogger, il quale pubblica le proprie riflessioni e opinioni su un tema generalmente condiviso.

    Nella fattispecie il tema proposto dal blog, si riferisce alle prossime elezioni amministrative nel comune di Angera, che avverranno presumibilmente con le elezioni nazionali del prossimo marzo.

    L’analisi delle passate gestioni comunali, sia gestite dalle coalizioni di partiti o da fantomatiche liste civiche , evidenziano un quadro gestionale largamente insoddisfacente per gran parte della comunità angerese, in quanto si riscontrano numerosi elementi di dissenso e di marcata criticità, nei confronti di scelte gestionali, che si vorrebbero cambiare .
    Tanto vero che il sito del blog si chiama CambiAngera e nel logo vi è la scritta Comitato Civico.

    Il conduttore (blogger) del blog è il sig. Alessandro Molgora, stimato medico ortopedico dell’ospedale di Angera e ivi residente da 20 anni.

    All’inizio della home del blog, si evidenzia che – Fra meno di un anno ad Angera ci saranno le nuove elezioni comunali.- e pertanto si stimolano i cittadini angersi a manifestarsi, sulle varie problematiche locali, attraverso l’espressione dell’interrogativo:
    – Cosa pensi che non sia mai stato fatto? –
    – Cosa vorresti che venisse fatto per la nostra cittadina? –
    Al termine della home del blog ,si precisa che …“questo blog non nasce con la voglia di polemizzare con gli amministratori comunali che si sono succeduti.”…… Sacrosanta affermazione perché ogni amministrazione si assume la propria responsabilità delle bellezze e delle nefandezze che può avere compiuto, e di cui l’elettorato ne è stato giudice.
    Si prosegue nella home evidenziando che …. “Di quello che è stato fatto in maniera non ottimale e di quello che non è stato realizzato se ne parlerà
    solo perchè diventi un futuro obiettivo.”

    ——————————————–
    Il blog sollecita i cittadini ad evidenziare problemi e carenze nella gestione amministrativa di Angera, mediante una discussione partecipata, che porterà alla elezione di una nuova amministrazione, che sopperisca alle carenze e manchevolezze che i cittadini vorranno denunciare, o comunque proporre.

    In questa ottica cominciano a pervenire al blog, varie osservazioni e riflessioni in merito alle scelte operate dalle passate amministrazioni, e giungono sollecitazioni e proposte per una nuova politica amministrativa condivisa , a garanzia degli interessi diffusi della comunità angerese.

    Vengono quindi segnalati da vari utenti, argomenti di notevole interesse in merito alle varie problematiche territoriali, sociali ed economiche, che riguardano la comunità angerese, e che il blog intende sviluppare, per i seguenti temi:

    della sanità e della assistenza sociale e degli anziani;
    della politica territoriale e ambientate;
    dello sviluppo economico, produttivo e commerciale;
    dei temi della casa , del lavori pubblici ,della viabilità, parcheggi , etc.,
    delle politiche giovanili e sportive e della carenze di strutture idonee.

    Molti altri argomenti sono segnalati, ma la impossibilita del reperimento delle risorse economiche, per gestire le problematiche evidenziate, è ben nota.

    Occore quindi operare scelte oculate, fattive e realistiche, esclusivamente indirizzate nell’interesse della comunità, che mediante le imposte, finanzia gli interventi eseguiti dalle amministrazioni comunali.

    Gran parte degli interventi previsti per Angera , sono indicati nel Piano del Governo del Territorio ( P.G.T.) di cui si è già svolta una assemblea pubblica indirizzata alle parti socio-economiche il 13 Settembre scorso.

    Questo Piano sostituirà il vigente Piano Regolatore, ed è opportuno conoscerlo , giudicarlo e valutare le scelte revisionali di politica urbanistica, che appaiono ampiamente opinabili, sotto l’ assetto di una corretta gestione territorio, per le sue intrinseche peculiarità.

    In sostanza il P.G.T. definirà il futuro della città di Angera, in tutti i suoi aspetti positivi e negativi, e ne condizionerà le scelte socio-economiche per i prossimi decenni.

    Si invitano pertanto i frequentatori del blog CambiAngera, a formulare i propri interventi, nell’ambito delle tematiche già sopra evidenziate e trattate anche dal nuovo Piano del Territorio, affinché gli interventi, possano essere funzionalmente utili per correggere carenze, anomalie, e distorsioni di programmazione territoriale , che si dovessero riscontrare nel nuovo strumento urbanistico in approvazione .

    Il P.G.T. sarà approvato definitivamente dalla Amministrazione
    comunale , entro il mese di marzo 2010, al termini del mandato elettivo.

    Percui alla prossima amministrazione che sarà eletta, non rimarrà che l’ordinaria e burocratica gestione della solita attività comunale, poichè le gradi scelte di pianificazione e programmazione territoriale ed economica , saranno già operative.

    Ovviamente sarebbe più sensato demandare alla prossima amministrazione la formulazione del nuovo Piano Territoriale, visto che in un decennio l’attuale Giunta e stata inadempiente, e solo ora a fine mandato, si appresta frettolosamente, a portare in approvazione il nuovo strumento urbanistico, contenente scelte progettuali che potrebbero essere modificate dalla nuova amministrazione che sarà eletta.

    Si evidenzia che il P.G.T. è il più grande progetto che viene demandato al comune , e deve essere elaborato nell’interesse della comunità, in forma partecipativa e interattiva ,e non deve essere confezionato e proposto per delle frettolose osservazioni di legge. In sostanza il P.G.T è il primo approccio al federalismo comunale partecipato, consapevole e responsabile.

    Il resto della attività amministrativa che svolge il comune è di routine , soprattutto nell’attuale fase crisi economica, ma comunque dovrà essere motivo di interesse di questo blog.

    La funzione del blog è quindi quella di sollecitare in dibattito partecipato, sulle carenze rilavate nelle passate gestioni comunali e sul progetto del nuovo Piano del Governo del Territorio, e proporre per il futuro una classe dirigente amministrativa che sappia interpretare le esigenze e le legittime aspettative della cittadinanza.

    Angera 15 – ottobre 2010 Quaglia

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  13. tetyana

    vi do tanto raggione.abito in questa zona e quello che vorrei vedere .
    angera si invechia insieme con sindaco.scusate. invece di realizare cose nuove noi ci ritiriamo in dietro.
    passo ogni giorno lavorare con quella strada lungo lago e non posso piu,durante una stagione ho butato 5 paio di scarpe. con ghiaia non si po caminare.anche la piazza-avete visto cosi piazza garibaldi in qualsiasi citta.-risposta no-non si vede ne anche.solo semplice strada.
    deve essere coperto bene con asfaltura,cosi non si rovinono scarpe 1,anziani che si trovano sull sedia a rotelle, e non solo, possono finalmente anche loro senza nessun problema viagiare e 2,e 3 bambini con biciclete passare meglio senza dificcolta e non farsi male con quell sassi intorno.
    Dobiamo alzare tanto e profilo turistico
    turisti- scendono dalla barca non vedono nessuna indicazione per rocca. trovano dificolta trovare strada .non ce nessuna informazzione vicino imbarcazione.nella stagione estiva anche un trenino picolo come a stresa, arona,che fa un giro fino roca.per afrontare quella salita turisti rinunciano andare su ,in particolare gente anziani ,e quelli con bambini piccoli.
    bellezza di angera si spegne come la fontana che abbiamo qui e si riacende solo il mese di ottobre.grazie.spero che date attenzione anche a questo articolo. piu con quelli importani,che hano scritti altri.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 2 Thumb down 0

  14. Lisa

    D’accordo con tutto quanto scritto dai precedenti commentatori (problemi pratici come asilo, interventi per i giovani, assistenza per gli anziani, viabilità generale e relativa all’Ospedale).
    Porrei però anche l’accento su facilitazioni per chi volesse aprire un’attività in paese, soprattutto nella via di mezzo. Nuovi negozi, magari di attività artigianali e legate al territorio (pensate ad Arona, belli i negozi nel corso ma totalmente lontani dall’essenza del paese lacustre, li potreste vedere in un qualsiasi altro paese/città); un punto accoglienza turistica ben segnalato, aperto e accogliente ( quante volte turisti di diverse nazionalità mi hanno chiesto dove si va per la Rocca, non ci sono indicazioni); punti ristoro anche in centro, con tavolini all’esterno; e, per ultimo ma forse l’aspetto più difficile da ottenere, una nuova mentalità APERTA al turista e magari anche al residente, qualche sorriso in più tra i commercianti. Bella l’idea del Pittore, anche un’esposizione di opere d’arte ben presentate sarebbe meglio di quelle serrande abbassate sul nulla, con anche negozietti accattivanti sarebbe il massimo..
    Angera è uno dei paesi più belli del lago dal punto di vista ambientale, ma è tristissimo; cambiando, potrebbe diventare uno dei più frequentati, con anche un grande riscontro, per tutti, dal punto di vista economico e, non meno importante, dell’atmosfera finalmente gioiosa.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 1 Thumb down 0

    1. pasquale d'ambrosio

      Ho letto con attenzione tutti gli interventi e condivido qua e là, questo e quello. Fino a che non ho letto una frase non avevo intenzione di intervenire, ed ora il mio intervento è per porre una domanda, un quesito a commento dell’ultima frase dell’intervento di Lisa. La frase dice “cambiando, potrebbe diventare uno dei più frequentati”. Non è proprio questo il nocciolo di tutte dico tutte le questioni ? Pensa….. se diventasse “una città turistica” pensa….. .

      Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  15. silvia

    Serve un sindaco che non pensi al proprio interesse ma a quelle dei suoi cittadini, che non ricerchi la propria immagine riflessa nel lago -Narciso vi dice qualcosa?- ma voglia veder riflessa l’immagine di questo paese in tutto lo splendore che merita, che sappia ascoltare e non solo decidere…forse c’è e magari lo troveremo in una persona semplice ed onesta che casualmente incontreremo sulla nostra strada.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  16. quaglia

    Disattesi i risultati del sondaggio del 2008

    PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO

    23 ottobre 2010 – Adozione del P.G.T.
    Dal 10 Novembre – Pubblicazione del P.G.T. in comune per visionarlo
    Dal 10 Dicembre – Presentazione delle osservazioni per 30 gg

    Contrariamente a quanto pubblicato su La voce di Angera alla fine del 2008 in edizione natalizia, riguardo al questionario inviato a 2515 angeresi, è bene evidenziare che questa iniziativa folcloristica si era rivelata un vero e proprio flop sia per il la banalità delle domande poste, che per la mancanza di anonimato dei questionari, sulla cui facciata riportavano gli indirizzi degli intervistati.

    Infatti, solo 30% questionari pari al 15% dei nuclei familiari sono stati restituiti al comune, a dimostrazione della scarsa considerazione dei cittadini nel confronto di iniziative propagandistiche degli amministratori, falsamente tendenti a coinvolgere la cittadinanza, su scelte di politica territoriale e amministrativa già decise.

    Il sondaggio del 2008 era finalizzato a fornire agli attuali amministratori comunali significativi indirizzi di pianificazione territoriale, da inserire nel nuovo Piano del Governo del Territorio ( P.G.T.), recentemente adottato il 23 ottobre 2010 in sostituzione del vigente Piano Regolatore Generale del 1994, a sua volta già variato nel 2005 con l’inserimento del Piano dei Servizi, con il quale si apportavano oltre 100 varianti urbanistiche al vecchio P.R.G. del 1994.

    Queste 100 varianti, anzichè aggiungere aree per incrementare ulteriormente gli scarsi servizi pubblici esistenti, trasformavano in aree edificabili a beneficio di privati, anche aree già previste per uso pubblico per standard urbanistici ad uso collettivo, (vedi complesso ex suore, albergo sotto la Rocca, spostamento campo sportivo per centro congressi, porto turistico a ridosso dell’isolino e dell’oasi, e altre amenità di questo genere).

    In sostanza questa variante del 2005 (per l’introduzione del Piano dei Servizi), anzichè incrementare i servizi per collettività, riduceva la quantità di aree già previste nel vigente P.R.G. del 1994 per uso collettivo (standard).

    Vi è da rilevare che paradossalmente il questionario del 2008 è stato fatto dopo la approvazione della suddetta variante del 2005 che inseriva nel vigente Piano Regolatore, il Piano dei Servizi.

    Solitamente i sondaggi vengono eseguiti prima di approvare varianti, o nuovi strumenti urbanistici, per dare modo ai cittadini di esprimere le loro scelte e le loro considerazioni, in merito alla gestione del territorio che vorrebbero fosse attuata per il proprio comune.

    Ma veniamo all’esito dei sondaggi del 2008 con cui i cittadini indicarono la direzione della politica territoriale e dei servizi pubblici, che l’amministrazione avrebbe dovuto perseguire, almeno nella stesura del nuovo strumento urbanistico Piano del Governo del Territorio ( P.G.T.), adottato dalla amministrazione comunale il 23 ottobre 2010.

    Già nel 2008 il 44 % dei cittadini segnalarono la carenza dei servizi pubblici esistenti sul territorio angerese e la necessità di tutelare l’ ambiente per la sua peculiarità, qualità e pregio del territoriale.
    Inoltre evidenziarono che risultavano peggiorati la pulizia del paese, la raccolta dei rifiuti, la viabilità, I’acquedotto, la fognatura, il verde pubblico e l’arredo urbano, le infrastrutture di supporto al tempo libero e la cultura.

    Nel sondaggio si evidenziava anche che il 45% dei cittadini, apprezzavano il lago, l’oasi, il bosco. Ne chiedevano la loro tutela per la conservazione da danni ambientali, e ne condannavano lo scarso senso di responsabilità e interesse manifestato anche da vari concittadini angersi.
    Rilevavano anche che il traffico era dannoso, che il turismo non esisteva, che il commercio tirava a campare e che i parcheggi erano insufficienti.

    Nel sondaggio gli Angeresi chiedevano anche maggiori servizi per la città, per la comunità e per la persona; come ad esempio, la valorizzazione della struttura ospedaliera e il suo adeguamento viabilistico, nonchè strutture per assistenza agli anziani, oltre che un netto miglioramento delle strutture e dei sevizi esistenti.

    Anche dal grafico pubblicato sul giornalino, si evidenziava che i 380 angeresi che avevano risposto, chiedevano per il 75%, maggiori sevizi e tutela ambientale per il proprio territorio.

    Quindi i 3/4 dei cittadini chiedevano e chiedono tuttora, agli amministratori comunali, una maggiore offerta di servizi e una miglioria dei servizi attualmente esistenti oltre ad una oculata pianificazione ambientale del territorio, indirizzata a finalità di uso pubblico, ai servizi alla persona ed ad una corretta espansione edilizia non speculativa.

    In sostanza attraverso il sondaggio del 2008, i cittadini chiedevano una radicale svolta nella gestione urbanistica della città, manifestando
    una palese insoddisfazione e censura, nei confronti di questa amministrazione inadempiente.

    Pertanto, come richiesto dai cittadini, il nuovo Piano del Governo del Territorio adottato in ottobre doveva quindi:

    – Privilegiare la tutela e la conservazione del territorio, nei suoi caratteri ambientali, paesaggistici, storici, artistici e culturali, senza ulteriori cementificazioni speculative, ma favorendo il recupero funzionale degli edifici esistenti;

    – Perseguire la rigorosa tutela dalla riva lacuale, e di tutte le aree ambientalmente rilevanti e vincolate da interventi speculativi di qualsiasi natura;

    – Favorire una corretta espansione edilizia soprattutto per residenti, e non per vacanzieri stagionali, che apportano un irrilevante beneficio alla economia angerese;

    – Incrementare significativamente tutti i servizi pubblici esistenti mediante l’incremento degli standard urbanistici comunali ad uso;

    – Un piano viabilistico decente e la previsione di adeguati parcheggi;

    – Perseguire una consistente politica di offerta di sevizi alla persona in termini assistenziali, sociali ed aggregativi, mediante la individuazione di spazi idonei allo scopo.

    La comunità angerese chiedeva quindi una oculata pianificazione del territorio, che il nuovo P.G.T. avrebbe dovuto perseguire per la valorizzazione delle peculiarità ambientali della città, atte a produrre un valore economico aggiunto per tutta la Comunità Angerese, e non per i soliti pochi.

    Dalla analisi del contenuto del P.G.T. non pare che questa amministrazione abbia tenuto in debita considerazione le istanze proposte dagli angeresi, espressi nel sondaggio di fine 2008, finalizzati a perseguire una corretta politica territoriale, evitando ulteriori cementificazioni del territorio e sottrazioni di spazi già destinati ad uso pubblico, come purtroppo previsto nella stesura del nuovo Piano del Governo del Territorio, come regalo di comiato agli Angeresi, alla fine della scadenza del mandato elettorale di questa amministrazione.

    Ora gli elaborati del P.G. T. sono pubblicati in comune dal 10 Novembre 2010 per 30 giorni e dal 10 dicembre per i successivi 30 giorni sarà possibile formulare le osservazioni.

    Conseguentemente, qualunque sia la nuova amministrazione comunale che ci governerà, questa si troverà di fronte e fatti compiuti, difficilmente modificabili, e dovrà e potrà dedicarsi solo alla ordinaria e burocratica amministrazione della città, tra l’altro priva di risorse finanziarie, vista la crisi economica perseverante e gli impegni di spesa assunti da questa amministrazione per il prossimo triennio.

    Questa prospettiva non è certo allettante, poichè si prospetta un prossimo mandato amministrativo nel 2011 all’insegna del nulla.

    Ci auguriamo tuttavia, che la comunità Angerese sappia vigilare sulle improponibili previsioni edificatorie preventivate da questa amministrazione nell’adottato P.G.T., e trarre le debite considerazioni, con la presentazione di osservazioni critiche, atte a censurare una inammissibile pianificazione territoriale del comune di Angera, non richiesta dal sondaggio del 2008.

    Inoltre ci auguriamo anche, che da questo esempio, la Comunità Angerese sappia trarre le adeguate considerazioni sulla insufficiente decennale attività amministrativa di questa amministrazione, anche in relazione alle prossime elezioni comunali del marzo 2011.

    Quaglia

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  17. giovanni

    forse non sapete che la giunta attuale ha già provveduto ad assicurare in un futuro molto vicino a dei nuovi parcheggi per l’ospedale e ad una nuova entrata.
    altri parcheggi ….che dire ….dove ?? forse all’isolino con un bel ponte per arrivarci ??? o un bell’autosilo in piazza parrocchiale ?????
    in centro d’altra parte ce ne sono già ( es. ex stabilimento SAMA , via arena..) ma non sfruttati a pieno perchè troppo fuori mano per noi abituati a far pochi passi….
    acquedotto : se taino pagasse quel che deve da anni ..forse Angera potrebbe migliorare la situazione attuale…
    strade : a parte qualcuna , brevi tratti , direi che non siam messi male …avete mai visto quelle di milano ecc…ecc..
    il trenino …..mah ! forse per andare in rocca..
    trasporti per gli anziani magari fino al cimitero sarebbe ok o dalla periferia al mercato ..ok
    eventi : in effetti scarsi ..i commercianti perennemente in lotta con la pro – loco cavano pochi ragni dal buco …offerte da parte dei cittadini ??????
    turismo : vediamo solo mancanza di parcheggi per quelli d’angera che vogliono andare in piazza a bere il caffe la domenica e tanta pattumiera fatta da chi mangia e mai offre ( per gli eventi per esempio ) guadagni per la collettività ? passano a chiedere le offerte e ti ridono in faccia !
    siamo realisti chi più ne ha e più ne vuole !
    nautica : ben venga la chiusura degli abusivi o semi abusivi ..d’altra parte chi non paga o ha sempre pagato solo parzialmente è giusto che dia spazio a chi potrebbe farle lo stesso pagando.anzichè accumulare denaro e poi piangere sul latte versato..
    piazza : il viale ..ma che c….o di scarpe compra la tizia che ne butta 5 paia a stagione !!!! ma cos’è uno scherzo ? una barzelletta ??!!! AAHHH!!!AHH!!
    angeresi fate una bella colletta per comprare delle scarpe che durino almeno un anno !! rinunciate ai fuochi d’artificio e compriamo scarpe per andare in piazza !!!! AIUTOOOOO … cosa vorreste quei ” fantastici ” autobloccanti freddi e impersonali ??? o una bella asfaltata ??..siamo forse un po esagerando ??
    cosa vuoi per Angera …forse evitare che si presentino liste con personaggi che fanno incontri nei bar inneggiando altri personaggi che con bassezza lanciavano volantini diffamatori contro l’attuale giunta ..che per l’amor di Dio ..ha le sue pecche …ma d’altra parte chi se ne frega se il sindaco ti saluta o no ? si mangia comunque la sera …
    ben vengano i giovani ma se la prospettiva è solo gente che sà solo criticare al bar non vedendo a fondo il perchè delle cose : es chiusura dei cantieri nautici ,aquedotto , il pavè in via mazzini , i parcheggi , la fontana che prima stava in mezzo alle scatole…

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 1

  18. GHINO DI TACCO

    Caro amico, non c’é bisogno di andare all’isolino per migliorare i posteggi dell’ospedale, alla destra di questo c’é un ettaro e oltre di terreno più o meno libero, con un accesso possibile dalla strada dietro la Soara, se potessi io il posteggio lo farei lì, a 30 metri dal pronto soccorso e dagli ambulatori. In orari mattutini con i prelievi e le mamme alle scuole non si trova un posto a pagarlo, servirebbe proprio uno spazio nuovo, e che male c’é se l’angerese che vuole bere il caffé alla domenica mattina (anche io) desidererebbe avere un parcheggio vicino?Ho provato il posteggio SAMA ma quasi mai l’ho trovato libero, salvo orari che servono a poco. Non ho visto nel suo intervento una proposta ma solo punti interrogativi, punti esclamativi e diverse critiche a destra e sinistra come alla sua terz’ultima riga. Proviamo ad essere molto propositivi nell’attenzione a un bilancio comunale sempre esangue. Cordiali saluti .

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  19. giovanni

    forse non e’ stato molto attento alla prima e alla seconda riga …
    ma solo alla terz’ ultima in quanto fastidiosa ma purtroppo veritiera in quanto lodare pubblicamente ( al bar ) chi fa’ volantinaggio diffamatorio imbrattando peraltro le strade ….della cara Angera .. non e’ un buon inizio …

    i punti esclamativi eviteremo di usarli ..ma sbaglio o i commenti precedenti al mio son carichi di critiche ?
    comunque
    il parcheggio dell ospedale sara’ presto disponibile in quanto conosco il proprietario ..
    putroppo l iter e’ all’ italiana …
    in ogni caso sara’ per l ospedale e non per andare in piazza a bere il caffe’…
    altri posti per far parcheggi in centro sinceramente non mi sovvengono ….
    la proposta e’ : trovare persone che si occupino realmente dei problemi di angera , che ahime’ sta’ sulla sponda magra e non e’ di passaggio come Arona , evitando di criticare l attuale giunta o le giunte passate , inneggiando
    ai volantinaggi notturni
    trovati elementi validi siam sempre pronti ad accogliere una nuova giunta

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  20. quaglia

    Venerdì 10 Dicembre, sono scaduti i termini di pubblicazione del Piano del Governo del Territorio ( P.G.T.).
    Da lunedì 13 Dicembre e fino al 10 Gennaio 2011,sarà possibile per chiunque, presentare osservazioni, in duplice copia e in carta semplice al comune, sia per fatto personale che nell’ interesse collettivo.
    Evidenzio l’iniziativa di Cambiangera di porre a disposizione dei cittadini alcuni tecnici locali per la formulazione delle osservazioni.

    Contestualmente si invitano i Partiti Politici presenti ad Angera e/o rappresentati in Consiglio Comunale, ad esprimere le loro valutazioni in merito alle scelte di politica territoriale contenute nell’adottato P.G.T., in modo che alle prossime elezioni comunali del marzo 2011 i cittadini possano valutare la loro coerenza e attendibilità, nei programmi elettorali che presenteranno alla cittadinanza.

    E’ palese che se i Partiti Politici non sono in grado di proporre una corretta politica di assetto del territorio, coerente con la peculiarità del territorio angerese e del suo tessuto urbano, e delegano altri soggetti a farlo, rinunceranno ad essere attori per le scelte di programmazione della città, in tutti i suoi aspetti socio-economici.

    In altri termini: se i Partiti di Angera non si interessano della pianificazione del territorio comunale, ma sono solo attratti dalla conquista del governo comunale, risulteranno del tutto avulsi dal contesto socio-economico angerese, e non potranno che rappresentare se stessi e i loro pochissimi iscritti.

    QUAGLIA Angera 11/12/10

    20/11/2010 alle 08:34
    Piano del Governo del Territorio P.G.T.

    A richiesta, ricordo agli utenti del blog che :
    alcuni elaborati del P.G.T. sono esposti presso il corridoio del piano terreno del comune di fronte all’Ufficio Tecnico;
    il P.G.T. è anche visionabile sul sito web – http://www.angera.it – con la seguente procedura:
    1) aprire il sito
    2) inserire nella banda verde in capo al sito , il termine “P.G.T.”
    3) all’apertura della pagina scorrere fino a e aprire ;
    4) alla apertura della pagina scorrere fino in fondo e cliccare alla voce posta in fianco alla mini cartina

    Le piantine sono scaricabili in mini formato e ingrandibili per dettagli.

    Si rammenta che il P.G.T. è esposto in Comune dal 10 novembre 2010 per 30 g.g.
    Dal 10 dicembre 2010 fino alle ore 12 del 10 gennaio 2011 si possono presentare le osservazioni.
    Chiunque interessato per fatto personale o a tutela dell’ interesse collettivo, può presentare osservazioni/proposte in duplice copia in carta libera all’Ufficio Protocollo entro la data del 10/1/2011.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  21. quaglia

    Il comune strabico
    Lido La Noce
    Devastante esempio di edificazione comunale

    Appare palese che l’edificio/bar realizzato al lido La Noce, rappresenta una mostruosità ambientale inqualificabile, in quanto edificato dal comune, senza alcun criterio di tutela paesaggistica, in un pregevole e irripetibile ambito lacustre, assoggettato a numerosi vincoli di natura ambientale.

    Gran parte della cittadinanza attiva, ha notato e giudicato lo scempio perpetrato sulla sponda del nostro lago a spese del bilancio comunale.

    Censurando totalmente la costruzione realizzata dalla amministrazione comunale, è da segnalare che il gestore sta cercando di apportare le migliorie possibili, per mitigare l’abominevole impatto ambientale e paesaggistico dalla costruzione, del tutto incompatibile con l’ambiente lacustre e i relativi vincoli ambientali e paesaggistici.

    Sarebbe opportuno che l’amministrazione comunale si recasse in pellegrinaggio a all’imbarcadero di Ranco, per prendere esempio di come si possa realizzare interventi edilizi comunali, senza devastare il paesaggio lacustre.

    Si invitano i lettori del blog a segnalare altre incompatibilità ambientali rilevate e realizzate nel territorio angerese, anche in funzione delle osservazioni da formulare, entro il 10 gennaio 2011, all’adottato Piano del Governo del Territorio.

    Rimane da chiedersi, come sia possibile che il comune, affetto da grave indifferenza nei confronti della tutela ambientale del proprio territorio e del paesaggio (come la vicenda La Noce testimonia), possa formulare e gestire il nuovo strumento urbanistico, all’insegna di uno sviluppo socio-economico, che sia compatibile con le peculiarità del territorio angerese.

    Angera 14 dicembre

    Quaglia ( ex dirigente dell’Ufficio Ambientale Regionale )

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 2 Thumb down 0

    1. Calogero

      Invece i cantieri nautici “abusivi” nati,cresciuti dove tutti sapevano e nessuno provvedeva a porre fine a quello scempio ambientale dove li mette???!!!Lei Sig. Quaglia dov’era???!!!Impatto paesaggistico davanti all’isolino da incubo…estati invase da motoscafi che ormeggiavano abusivamente anche d’inverno….

      Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  22. Francesco

    Buongiorno a Tutti!!Sono un Sestese ma ho sempre passato il mio tempo libero nella bellissima cittadina di Angera che amo da anni…
    Il Sindaco uscente o lo ami o lo odii e vedendo il Suo operato e quello della Sua Giunta bisogna riconoscere che in questi anni la Città ha cambiato aspetto sotto multi punti di vista!!Non desidero e non voglio entrare nei casi specifici oggetto di molte prese di posizioni molto soggettive ma da persona esterna Vi posso garantire che la Città ha davvero cambiato “faccia” rimanendo purtroppo ancora un po’ troppo “paese” con poche realtà commerciali ect ect…rimane comunque luogo principe dove riposare dopo una settimana di lavoro!!

    Francesco Del Torchio

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  23. Bruno

    Secondo il mio modesto parere da turista che ha a cuore il borgo di Angera, ho notato che la diagonale dei parcheggi in P.zza Garibaldi, agevola chi arriva da Ranco che a mio avviso e la minoranza di auto rispetto a chi arriva da Sesto C/ Milano, i quali sono costretti ad una quasi inversione ad U per parcheggiare.
    Il secondo punto, nel periodo estivo, quando c’è maggior affluenza di turisti, perchè non predisporre un servizio navetta per visitare la rocca (Monumento nazionale), per tutti i turisti che arrivano in battello? Attualmente se la devono fare a piedi!!!!!
    Il terzo punto, sempre nel periodo estivo, per i prefestivi e festivi, perchè non è possibile trovare un accordo con la navigazione per allungare il servizio battelli per Arona fino alle 23? credo che ne gioverebbero le attività commerciali e si eviterebbe che i giuvani per andare a fare un giro ad Arona usassero l’auto riducendo la possibilità di gravi incidenti stradali.
    Il quarto punto che mi sta a cuore, è legato all’illuminazione della rocca almeno nel periodo di cui sopra, ma vedo che su questo punto entrano in gioco gli interessi privati che, forse con un reciproco accordo con il comune di Arona, si potrebbero risolvere.
    Da Angera di sera si può vedere una importante illuminazione del lungolago di Arona, la statua di S.Carlo ecc, mentre da Arona, quello che si vede è una Angera poco illuminata e di conseguenza poco affollata.
    Il quinto punto, è la passeggiata sull’Allea, polverosa, sassosa e dopo un temporale, con ampie pozzanghere, che non agevola certamente la passeggiata con carrozzine, per non parlare dei disabili che sono costretti a spingere o farsi spingere con le loro carrozzine sulla ghiaia.
    Non sarebbe opportuno dopo tutti questi anni, pensare di pavimentare parzialmente questa bella passeggiata? se ne parla solo in tema di elezioni e poi tutto tace!!! ne gioverebbero anche i turisti che si fermano per un aperitivo seduti davanti ai bar, senza respirare polvere.
    Cercasi persone di buona volontà, io sono disponibile per dare una mano se richiesta!

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 4 Thumb down 0

  24. sil

    realizzare pista ciclabile che colleghi angera centro ai paesi limitrofi, verso il comune di Sesto Calende -Lisanza- e verso Uponne. Molti locali e molti turisti utilizzerebbero la bicicletta se ci fosse piu sicurezza nel farlo

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 1 Thumb down 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>