Mar 23 2011

..a volte ringhiano

Pubblichiamo la precisazione da parte dei promotori dell’iniziativa anch’io voglio correre, alle risposte avute dal comune alla richiesta di poter avere uno spazio dedicato per i cani e quelle per la richiesta di poter organizzare una mostra canina.

_______________________

Una precisazione:
Il gruppo promotore dell’iniziativa ”anch’io voglio correre” NON sta chiedendo “uno spazio per far correre i propri cani”……..
Si sta chiedendo il ”RISPETTO DELLA LEGGE” che prevede che i comuni identifichino una “area per lo sgambamento cani”.

Una Area di sgambamento cani NON è un pratone NON recintato dove i cani possono correre.

Se poi, come il Comune ci dice “già esistente” l’area cani è un campo non recintato in prossimità di un’Oasi Protetta, con tanto di strada strada che passa in fianco (se un cane finisce sotto una macchina la colpa di chi è? del comune??) senza acqua e senza i servizi minimi per i proprietari delle bestiole che corrono felici………
Direi che ogni ulteriore commento sia inutile.

Lettera firmata

________________________

…..Le invio inoltre due foto che mostrano dove vengono parcheggiate le auto durante i mercatini estivi…..in quello stesso spazio, a voce, ci è stato detto che :
anche se per un giorno e per una manifestazione tenuta dalla Protezione Civile Nazionale, i cani non possono entrare poiche’ vi sono cartelli di divieto….
Non credo necessiti alcun commento!
 
Grazie per l’ interesse dimostrato.
Per il gruppo “Anch’io voglio correre”
Lettera firmata

Mar 21 2011

Anch’io voglio correre

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del gruppo “anch’io voglio correre” che chiede uno spazio per poter far correre i propri cani. 

Al Sindaco  Dott. Vittorio Ponti

Al Vice Sindaco Dott.ssa Magda Cogliati

e Agli Assessori

Comune di Angera   (VA)

Oggetto: PETIZIONE  Anch’io voglio correre”

In qualità di cittadini, direttamente o indirettamente interessati al benessere e alla tutela degli animali, chiediamo al Sindaco e ai Rappresentanti Istituzionali di questo Comune, che venga

 INDIVIDUATA E REALIZZATA , IN PROSSIMITA’ DEL LUNGOLAGO DI ANGERA, UN’AREA PER LO SVAGO, LA SOCIALIZZAZIONE E LO SGAMBAMENTO DEI CANI.

Facciamo presente che tali aree esistono da tempo in moltissime località italiane ed europee ( ad esempio nella vicina città di Verbania ve ne sono ben 5 !!!). In Italia  la realizzazione di queste aree da parte dei Comuni viene sancita e promossa anche dall’Ordinanza del Ministro Francesca Martini (Ord. del 3/03/2009 Art. 1 Comma 3  e dal Regolamento disciplinante la presenza dei cani nelle aree pubbliche in vigore dal 5/01/2007 Art.6.

mostra articolo »

Riteniamo inoltre  importante , anche a livello sociale , il ruolo degli animali da affezione nei confronti della popolazione ( non ultimi anziani, bambini e persone sole o con difficoltà di inserimento) e pertanto siamo convinti che vada promossa e riconosciuta la funzione del cane da compagnia.

Con questa raccolta firme invitiamo le Autorità competenti ad accogliere la nostra proposta  e ad attivarsi per la realizzazione in tempi brevi della suddetta “  area di sgambamento” dando così seguito alle numerose richieste dei residenti e dei  molti proprietari di cani, che da sempre sono costretti a non poter mai lasciare liberi i propri animali senza rischiare di incorrere in una multa o creare disagi o fastidi ai non possessori di cani.

La realizzazione di tale area ci consentirà di utilizzare una parte di lungolago in compagnia dei nostri animali, rispettando le norme vigenti e senza violare i diritti degli altri numerosi fruitori di questa preziosa area verde del nostro Comune.

A tal fine chiediamo che tale area possa avere le seguenti dotazioni minime:

–         sia sufficientemente grande

–         disponga di una recinzione perimetrale idonea

–         comprenda qualche albero

–         vi venga posta almeno una panchina

–         vi sia un distributore di sacchetti e un cestino portarifiuti

–         possibilmente una fontanella nelle vicinanze

–         illuminazione notturna

–         e inoltre sarebbe molto bello, anche se non indispensabile, vedere posizionati ostacoli o attrezzi per lo svago dei nostri fedeli compagni a quattro zampe. 

Naturalmente siamo ben consapevoli della necessità di stabilire norme di comportamento per l’utilizzo di tale area e ci impegniamo fin d’ora a promuoverne il rispetto per una corretta gestione.

Ad esempio :

–         ogni conduttore sarà responsabile del proprio cane

–         si dovranno mantenere chiusi i cancelli

–         raccogliere gli escrementi e gettarli negli appositi contenitori

–         in presenza di nuovi cani ci si accerterà sulla possibilità di permanenza del proprio unitamente agli altri

–         nel caso di incompatibilità tra cani sarà possibile prevedere una turnazione di mezz’ora.

Come promotori di questa petizione siamo inoltre disponibili, eventualmente, ad associarsi in ONLUS per una eventuale autogestione dell’area ( ad esclusione della cura del manto erboso e di eventuali piante)  prevedendo inoltre la possibilità di organizzare iniziative di sensibilizzazione, di aggregazione, di educazione inerenti la cultura cinofila e la tutela degli animali.

Auspichiamo un interessamento celere da parte dell’Amministrazione a questa tematica che, siamo certi, sarà vista positivamente ed apprezzata anche dai numerosi visitatori che percorrono il lungolago nei fine settimana con al seguito saltellanti ma “ammanettati” quadrupedi.

In attesa di una Vostra risposta e di un eventuale incontro porgiamo i nostri più cordiali saluti.                

 Seguono firme………  

*. Un’Italia che rappresenta davvero una punta di eccellenza sia sotto il profilo culturale che per la sua offerta turistica non può prevedere divieti e limitazioni alla circolazione degli animali, soprattutto nelle aree più frequentate del territorio. Ricordiamo che in Italia una famiglia su tre possiede animali d’affezione. I comuni italiani che per primi recepiranno il provvedimento verranno inoltre premiati dal Ministero del Turismo quali “Comuni a 5 stelle”.

Mar 20 2011

Bravi! Ragazzi.

Ma quante belle realtà abbiamo ad Angera?!

Clicca sull’articolo per leggerlo.

 

Mar 16 2011

..un altro sindaco

Riceviamo e pubblichiamo la copia della lettera di un cittadino. 

Gentile Signor Sindaco,

ho ricevuto la lettera che ci ha voluto inviare, unitamente a La voce di Angera,  che ne anticipava il contenuto in prima pagina  a grandi caratteri, e, dopo attenta lettura, ho deciso di risponderle, perché ritengo giusto non lasciar cadere nell’oblio un messaggio di questo tipo.

Tutti questi denari che lei ha voluto devolvere ad opere di pubblica utilità, derivano dalle tasse che i cittadini hanno versato, e sono il compenso per il lavoro svolto da chi ci amministra e spesso non ha altro modo per sopperire alle ore di mancato lavoro. Questa facoltà di incassare lo stipendio non è un obbligo di legge,  e sono molti i Comuni nei quali Sindaci e Assessori rinunciano a percepirlo, soprattutto quando gli interessati ritengono di non averne necessità e  pensano sia più giusto lasciare quel denaro nelle casse, molto spesso in affanno, dei loro paesi e delle loro città. 

Ciò che però mi ha decisamente rattristato è la pubblicizzazione, anche a mezzo della stampa locale, di quella che secondo me doveva essere una scelta personale, un atto di generosità che, come tale, smetteva di essere una buona azione nel momento stesso in cui diventava uno spunto da campagna elettorale!  Che mancanza di bon ton Signor Sindaco, da lei non me lo sarei mai aspettato!

Lettera firmata

Mar 15 2011

Un Grande Sindaco

Dagli archivi è stata rinvenuta la lista elettorale del 1921, quando l’allora 27enne Antonio Greppi divenne il più giovane sindaco di Angera. Purtroppo la sua avventura si interruppe da lì a breve per l’avvento del fascismo. Più tardi nel 1945*  gli spettò un altro primato, quello di essere il primo sindaco di Milano del dopoguerra. Interessante è vedere anche le professioni dei candidati.

Clicca sulla lista elettorale per ingrandirla.

E’ stata aggiunta la pagina della rassegna stampa.

*correzione come da commento

Mar 04 2011

Lettera aperta

In questi giorni si è parlato di me come del Candidato Sindaco di Angera scelto dalla Lega per rappresentarla. Sono onorato e ringrazio la Lega Nord per la fiducia che mi è stata concessa. Allo stesso tempo devo ringraziare tutti coloro che con entusiasmo partecipano al Movimento Civico CambiAngera, che è stato il punto di partenza della mia storia politica.

Qualche mese fa ho dato vita a questa iniziativa perché credo fortemente nella necessità di migliorare Angera e il rapporto tra i cittadini e le sue istituzioni. In questo sono stato aiutato da cittadini di diverse opinioni politiche che ora sento amici che, motivati dal mio stesso desiderio,  si stanno dando da fare per risvegliare l’interesse dei nostri concittadini alla cosa pubblica.

CambiAngera è e sarà sempre un movimento di persone che si confrontano, si incontrano e si scontrano con il massimo rispetto delle altrui diversità di pensiero, che riescono comunque a convivere e a mobilitarsi tutti insieme per l’interesse della nostra comunità. Il movimento è sempre aperto a chiunque senta la necessità di portare un contributo per il miglioramento di “Angera” e la salvaguardia del suo territorio.

La lista CambiAngera correrà quindi con il suo simbolo. In questa sfida ha trovato un valido alleato  nella Lega Nord, che ha dichiarato lo stesso interesse per il bene pubblico e la tutela del territorio. 

Grazie

Alessandro Paladini Molgora

Feb 27 2011

Primi frutti di stagione

Da qualche tempo abbiamo iniziato a cercare una collaborazione con le istituzioni. Tra queste una delle figure più importanti a livello regionale è il Consigliere alla Sanità, Gian Giacomo Longoni, che fortunatamente è di queste parti. Da subito ci siamo accorti che il nostro interesse era anche il suo: l’Ospedale C. Ondoli di Angera.

Il Consigliere Longoni ci ha promesso il massimo impegno. E così ha dato piena fiducia ed ampie raccomandazioni alla nuova Direttrice Generale della nostra Azienda Ospedaliera per far crescere il nostro ospedale.

Come ci aveva promesso, in questi giorni è venuto con la Direttrice Generale, con la Direttrice Sanitaria ed altre autorità a visionare lo stato di “salute” del nostro ospedale. E’ stato bellissimo sentirli parlare (e così affiatati) di grandi progetti per l’Ospedale di Angera. In questo articolo un primo assaggio: voilà. 

Clicca sull’articolo per leggerlo.

Feb 22 2011

La scuola dell’Obbligo

Un anno fa a scuola gli insegnanti ci proposero di tenere a casa i figli il venerdì pomeriggio. Ci raccontarono tutti i problemi a stare a scuola quel giorno e i vantaggi che questo avrebbe portato per noi.  Morale, votammo per alzata di mano e fu quasi un plebiscito per lasciare che i bambini rimanessero a scuola il venerdì pomeriggio.

Quest’anno, di nuovo alla carica con un volantino, con la spiegazione dei vantaggi e la possibilità di scegliere tra il sì e il no. Peccato che il volantino fosse assolutamente anonimo, senza nessuna possibilità di tracciabilità delle nostre scelte.

Naturalmente ieri le insegnanti ci hanno riferito che il fantomatico sondaggio si è chiuso con un 50-50 tra favorevoli e contrari.

Ovviamente nell’interesse comune, loro – le insegnanti – sembrerebbero voler scegliere per non fare il venerdì pomeriggio.

Vorrei segnalare 2 cose che riguardano i bambini e le loro famiglie.

Primo: portare l’orario di scuola sino alle ore 13 non è un vantaggio per i bambini, visto che di solito ai bimbi (soprattutto delle prime e seconde) mangiare oltre le ore 13/13,30 crea non pochi disagi, per non dire veri scompensi da ipoglicemia prolungata.

Secondo: che i genitori lavorano. E per loro è già difficile trovare nonni, bambinaie, amici che gestiscano i figli 2 pomeriggi la settimana.

Ma di più, ridurre i servizi offerti alla cittadinanza rischia di arrecare  un danno proprio alla nostra scuola e alla nostra città. Diversi genitori potrebbero essere invogliati a cercare una sistemazione scolastica altrove, in quegli istituti che garantiscono un servizio più ampio.

La nostra scuola è bella; ha sempre fornito un ottimo servizio, per la disponibilità e la professionalità del personale scolastico. Signore insegnanti, chiedeteci come possiamo aiutarvi ma, nell’interesse comune, cercate di bandire ogni idea di riduzione dei servizi offerti.

Feb 20 2011

Esagerati!

Pubblichiamo il comunicato stampa della gloriosa Canottieri De Bastiani di Angera, che per i grandi risultati inorgoglisce tutta la città.

Si è svolta sabato 5 febbraio, presso il ristorante “Delfino Blu” di Uponne, la tradizionale cena sociale della Canottieri De Bastiani Angera, organizzata al fine di celebrare le vittorie della stagione 2010.

Oltre alla vittorie della stagione 2010, si sono anche festeggiate quelle della stagione 2011 che è già iniziata per il piccolo sodalizio nel migliore dei modi: a San Bendetto del Tronto si sono svolti i Campionati Italiani Indoor in cui Ondoli Chiara si è laureata Campionessa Italiana nella categoria Ragazze. Inoltre è giunto anche un importantissimo Bronzo grazie a Corrado Verità nella specialità Under 23. Ai Campionati Regionali Indoor di Cernobbio, ad inizio Gennaio, sono arrivati un titolo con Chiara Ondoli, un Argento con Corrado Verità e due bronzi con Silvio Ondoli e Paietta Paolo.

Per quanto riguarda il 2010, è stato un anno straordinario: mai tante vittorie così importanti e numerose nel palmares della De Bastiani, sia in campo nazionale che internazionale.

Per avere un idea dei numeri: in totale nello scorrevole 25 medaglie d’oro, 16 d’argento e 13 bronzi mentre nel fisso sono ben 24 gli ori, 9 gli argenti e 5 i bronzi.

mostra articolo »

Una grande soddisfazione sono state le due medaglie d’oro ottenute da Chiara Ondoli nella Coupè de la Jeunesse in Belgio dove l’atleta angerese ha vestito la maglia della nazionale Italiana, dopo aver brillantemente superato le selezioni.

Altra grande soddisfazione sono stati i 3 titoli Italiani conquistati ai Campionati Italiani di Sedile Fisso 2010 con Corrado Verità tim Sara Vesco nella specialità del singolo Junior, nel 4 junior con Riccardo Forni, Corrado Verità, Silvio Ondoli, Matteo Vesco tim Sara Vesco e infine con Chiara Ondoli nella specialità del singolo Elba Ragazzi per quanto riguarda il sedile fisso. Inoltre i ragazzi hanno conquistato anche un argento con Silvio Ondoli nel singolo ragazzi, e due bronzi con Paolo Paietta e Diego Marino tim Sara Vesco nel doppio senior di punta e nel quattro di coppia senior con Paolo Paietta, Fabio Verità, Diego Marino, Riccardo Forni tim Sara Vesco

Quest’anno la canottieri si è anche cimentata nel canottaggio universitario in cui ha vinto un titolo grazie ai due atleti universitari Paolo Paietta e Diego Marino, ai Campionati Italiani, vincendo nel doppio senior e ottenendo due argenti e due bronzi.

Per quanto riguarda la specialità del costal rowing la De Bastiani Angera ha conquistato due ori con Giorgio Vesco nelle vesti timoniere al Prince Carl Albert Challenge di Monaco.

Feb 15 2011

Eppur (qualcosa) si muove

Sulla Prealpina dell’8 febbraio è comparso un articolo del Comitato Tutela di Angera dal titolo:

No all’hotel sotto la Rocca: cambiamo il PGT

(Di seguito il testo dell’articolo)

Variazioni sostanziali al Piano di Governo del Territorio adottato dal consiglio comunale. Le chiede il “Comitato tutela di Angera” che torna a far sentire la voce dei cittadini, dei commercianti, dei residenti nei nuclei storici che hanno sottoscritto un documento. La prima mossa del Comitato è stata una petizione popolare allegata ad una serie di osservazioni protocollate in Comune e accompagnate da un “richiamo al buon senso e alla lungimiranza, visto che manca poco alle prossime elezioni comunali”.

mostra articolo »

Giulio Peroni, coordinatore del comitato promotore di battaglie ambientaliste, illustra “Il punto chiave è che il PGT è modificabile ad opera in corso. Il pericolo concreto è che possa divenire oggetto di future alterazioni che  potrebbero stravolgere l’intero documento e ribaltarne i contenuti. Il comitato e i firmatari si appellano al buon senso e alla lungimiranza della Giunta nella valutazione delle nostre osservazioni con la speranza che nella variazione del PGT si converga nell’unica direzione possibile: la salvaguardia del patrimonio angerese”. Le richieste del Comitato riguardano l’ex area Asilo Suore dove si chiede “la concessione di un’altezza massima di 12 e non 25 metri come indicato nel PGT mentre la superficie lorda di pavimento sia di 2500 mq invece di 4000 mq”. Sulla paventata costruzione di un albergo ai piedi della Rocca il Comitato ritiene “l’ipotesi inopportuna e sostanzialmente pericolosa l’edificazione di un Hotel, benché di pregio. La nuova costruzione sarebbe in netta contraddizione con la peculiarità di un’area di masima tutela com la fascia del lago-collina” Sulla “nuova marina” il Comitato non dice no ma “il mercato deve rimanere dov’è e in ogni caso il verde deve rappresentare il 50% del nuovo”, ma si oppone “a nuove costruzioni nella zona della Bruschera e Fornaci”.

Pagina 234 di 237« Prima...102030...232233234235236...Ultima »