Ago 09 2011

Parcheggi e dimenticanze

 

Come se tutto fosse stato normale il “giornalista allineato” descrive una tranquilla vicenda consiliare. Ohh. Non si è accorto di nulla?! Non si è accorto che da questa osservazione è scaturito il finimondo.

Ora faccio la mia cronaca: alla mia prima interrogazione il vice-sindaco “il Democratico – filo PD – o ci spiegheranno meglio quelli del PD” Luca Tonella mi vieta di rispondere perchè secondo lui non posso parlare – il diritto sarebbe solo il suo. “Certo che impara in fretta dal maestro”. Accetto malvolentieri ma mi vado a guardare il regolamento che riporta chiaramente che chi presenta l’interrogazione ha diritto di replicare.

Alla seconda interrogazione – questa dell’articolo qui sopra – il vice-sindaco democratico, con aria di sfida, mi cerca di impedire ancora di parlare. Prendo il regolamento e glielo leggo. Lui casca dalle nuvole. In suo soccorso arriva il consigliere Ponti che da quel momento non starà più zitto per tutta la serata – pur non avendo il diritto di parlare. Da qui la rivolta popolare.

Tornando al tema. Rinfaccio loro, sempre leggendo un regolamento che fanno applicare drasticamente alla gente comune, che per edificare un bar chi costruisce deve mettere a disposizione nuovi parcheggi per il 200% di superficie edificata. Perchè loro hanno costruito in quel posto, critico per una serie di fattori (vedi > interrogazione <), fregandosene completamente dei loro regolamenti? Risposta: imbarazzo, vaghe promesse irrealizzabili – come si capisce anche nell’articolo.

Infine, nelle parole del vice-sindaco si legge che “la soluzione definitiva è nel PGT”: cioè un’area che poteva essere destinata a parcheggio con poca spesa che viene letteralmente regalata ad edificabile con un incremento vertiginoso del valore per i Signori del borgo, che ne avevano bisogno come il pane.

Non ho capito. Ma è da considerare ancora del PD? E sia ben chiaro la critica non è per il PD.

PS: siccome alcune persone ci hanno segnalato la difficoltà  ad individuare i link ad un’altra pagina o ai giornali on line, d’ora in poi per segnalare la pagina che si può aprire con un click sul testo di colore azzurro, verrà anche aggiunta una doppia freccia come in

vedi > interrogazione <.

Ago 09 2011

Stridere

Ieri sera mentre il nostro Sindaco Magda Cogliati pronunciava le parole di conforto e vicinanza nei confronti dell’ex-assessore e della sua famiglia ho sentito un brivido di gelo caderci addosso. Stamane ne ho avuto la conferma.

Clicca qui di seguito per leggere su > la Provincia di Varese <.

L’avvocato dell’ex-assessore sembra continuare a voler confermare che Sindaco e vice-sindaco sapevano. Allora, come faceva notare il consigliere Oggioni (vedi anche nostra precedente > interrogazione <), come è possibile esprimere parole di vicinanza ad una persona che ti chiama in causa come corresponsabile? Sig. Sindaco, o siete a conoscenza e quindi ammetetelo oppure deve smetterla di dimostrare vicinanza ad una persona che la sta calunniando ma soprattutto sta disonorando le 2 più alte cariche del nostro Comune.

Scelga, ma lo faccia con coraggio o con onore, una volta per tutte! Questo atteggiamento intermedio le è concesso solo da libera cittadina – non da Sindaco.

Ago 06 2011

L’intervallo

Clicca sul  link di seguito per ascoltare la colonna sonora e goderti lo spettacolo: > intervallo <
____________________

 Angera: Veduta della Rocca


Proposta per turisti post-moderni. D’ora in poi sarà così.

______________________

Angera: La collina di San Quirico


La vista che potranno godere i nostri figli – e ci diranno: ma voi dove eravate in quei giorni.

_______________________

Angera: i suoi millenari vigneti


Qualcuno ci starà brindando?

Ago 05 2011

Oggi alle 17 ad un passo dal Mondo (2)

Venerdì ore 8: Cresce la tensione negli appassionati di sport, ad Angera.

Anche il presidente della canottieri, il mitico Giorgio Vesco, non ce l’ha fatta. Si è organizzato in fertta e furia ed è partito per Eton. Vuole esserci. In barca così saranno in 5. Chiara e le 3 compagne e lo slancio morale di un grande Presidente che tutte le società della provincia ci invidiano. Un uomo che con la semplicità, il rigore e l’affetto di un grande padre, con scarsissimi mezzi sa inventare solo campioni.

Grazie Giorgio, tu quella gara l’hai già vinta.

____________________

Semifinale venerdì alle 13,36: ora italiana. Giorgio ha promesso di chiamarci subito per aggiornarci ma l’emozione si sa…Speriamo che Diego ci aggiorni in tempo reale su www.debastianiangera.it

____________________

Venerdì ore 15: Chiara e le sue compagne giungono terze (dietro Germania e USA) e passano in finale A.

____________________

Sabato alle ore 17 si combatte la finale A. Sarà dura per Chiara e le compagne che partono in acqua 6, contro le superpotenze del mondo del canottaggio. Però ci siamo anche noi grazie a Chiara.

____________________

Sabato ore 18: Chiara e le compagne combattono sino ai 1300 metri per il podio, poi cedono. Sono comunque le seste al mondo

____________________

Sulla Prealpina di venerdì. Articoli anche sulla Prealpina ela Provincia di sabato.

Leggendo bene tra le righe è riportato un invito che da tempo facciamo ai nostri amministratori comunali. Non pensate per un attimo ai vostri interessi e alle vostre beghe. Quì è scritto ben chiaro che Varese vuole candidarsi per i prossimi grandi eventi mondiali del canottaggio. Questa è una grande occasione, per accedere a progetti e fondi per realizzare opere – la sede della nostra mondialissima Canottieri De Bastiani.

Ago 03 2011

Buon inizio ad Eton

 La nostra Chiara Ondoli debutta ai Mondiali Junior di canottaggio a Eton (in Gran Bretagna) e si qualifica per la semifinale con l’equipaggio italiano del quattro di coppia femminile di Chiara, Carmela Pappalardo (Canottieri Irno), Silvia De Matteis (Can. Tirrenia) e Bellati Cecilia (Can. Padova), giungendo seconda nella batteria.

Per tenerti aggiornato sulle gare in corso vai su www.debastianiangera.it

_______________________

Ecco l’aricolo apparso sulla Provincia di Varese del 4/8/11

Ago 03 2011

Sabato 6/8, Notte Bianca e Fuochi

 

Vai su VareseNews per leggere l’intero articolo.

Ago 02 2011

Consiglio Comunale lunedì 8/8 ore 19

Il Consiglio Comunale

è indetto per lunedì 8 agosto, alle ore 19*.

Ordine del giorno:

1) Surroga Consigliere Comunale dimissionario Sig. Catalani Vincenzo con il Sig. Giulio Alessandrini.

2) Esme delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità del Consigliere Comunale Sig. Giulio Alessandrini.

__________________

* a voi cittadini non vi vogliono, perchè siete brutti e cattivi. Come si dice: presi per fame?

Ago 02 2011

Querele? Ma mi faccia il piacere!

 Oggi sulla Provincia di Varese…

 

Cliccare sull’ articolo per ingrandirlo.

______________________________

….e saltando il filtro pro-Ponti anche sulla Prealpina

Ago 01 2011

La democrazia non va in ferie

Pubblichiamo il commento del consigliere Eraldo Oggioni relativo ai fatti del consiglio Comunale di giovedì 26 luglio.

Ci stupisce la sua continua attenzione ai fatti di Angera, poichè lo sappiamo al mare a Capoverde e laggiù per poter accedere ad una stazione internet-point  mi sa che si deve sobbarcare delle lunghe camminate dal villaggio al paese. 

________________

Ritengo che il comportamento irrispettoso e noncurante delle regole del Consiglio comunale da parte dell’ “ex sindaco Vittorio Ponti” sia assolutamente inaccettabile. Ne sono testimoni i comandanti dei Carabinieri e della Polizia Locale.
Tutti hanno potuto constatare come il consigliere Ponti abbia interrotto piu´ volte i miei interventi e sia intervenuto senza diritto di farlo.
Queste sono le cause che hanno ingenerato nel pubblico un atteggiamento che almeno in parte giustifico.
Io stesso sono stato costretto ad uscire dall’aula per protesta.
Pertanto a breve inviero’ un esposto alla prefettura nei confronti di sindaco e segretario che hanno permesso a Ponti di non rispettare il regolamento.
L’atteggiamanto di Sindaco e Segretario e’ stato inqualificabile. Mai visto una cosa simile in tanti anni di esperienza amministrativa, sembravano succubi del consugliere Ponti a cui e’ stato permesso di tutto e di pìu’ alla faccia delle regole della democrazia. Ora si vuole criminalizzare il pubblico, ma fate il piacere!! Chi ha sbagliato provi almeno vergogna!! Ed ABBIA IL BUON GUSTO di tacere, anche se come dice lui a farlo tacere non ci e’ riuscito mai neanche la moglie.

Eraldo Oggioni, Lega Nord

_________

Aggiunto un pensiero finale di solidarietà alle forze dell’ordine in “Il solito sistema”.

Lug 31 2011

Il solito sistema

CITTADINI DEMOCRATICI ED ISTITUZIONI  TENETE DURO CONTRO IL SOLITO SISTEMA

(Se stiamo uniti e solidali non possono farci paura!)

E così dopo la serata consiliare passata tra le minacce di querela e i consigli a trovarmi un buon avvocato, il sistema del terrore continua nella sua opera.

Oggi se la prende con il comandante dei vigili e seleziona alcune persone del pubblico da immolare per mantenere il congruo clima di timore nel paese. (vedete La Provincia di Varese di domenica 31/7/11).

Ma il comandante dei vigili non aveva titolo per imporre alcunché tanto che nel regolamento è previsto “il mantenimento  dell’ordine nella parte di sala riservata al pubblico è affidata alla discrezione del Presidente (che è il sindaco)  che li esercita avvalendosi dell’opera dei vigili e di altra Forza Pubblica”. Poi vi è tutta una parte dove viene detto che è sempre il presidente che avverte chi disturba e può a sua discrezione chiedere l’intervento delle forze dell’ordine per sgomberare l’aula. Peraltro è previsto che le forze dell’ordine possano entrare in aula solo a seduta sospesa. 

Il Sindaco non ha mai chiesto di intervenire alle forze dell’ordine e quindi queste non avevano nessun titolo per farlo. In più posso dire che ho visto il comandante fissare più volte il sindaco come in attesa di ordine ad intervenire. Più volte ho visto le forze dell’ordine invitare al silenzio il pubblico.

Per quel che riguarda il pubblico mi domando come si faccia ad isolare anche solo una persona quando a fischiare era quasi tutta la sala, per lo sdegno in conseguenza della assoluta mancanza di volontà di aspettare il proprio turno per parlare da parte del consigliere Ponti. E poi, comunque, sarebbe stato compito del “presidente dopo gli opportuni avvertimenti, ordinare l’espulsione di chiunque arrechi turbamento”.

Caso strano il consigliere Ponti trova parole di giustificazione solo nei confronti del Sindaco (Presidente dell’assemblea). Forse potrebbe essere preoccupato all’idea che se provocata prenda (Lei – il Sindaco) la decisione di dimettersi  e rompere il giocattolo?

Rimane comunque intollerabile che in questo pur comprensibile momento di sbando della nostra giunta, si cerchino di trascinare nel fango le nostre onorate istituzioni. Bisogna esprimere solidarietà massima alle forze dell’ordine ed in particolar modo al sig. Comandante dei nostri vigili urbani.

Pagina 223 di 237« Prima...102030...221222223224225...230...Ultima »