Nov 20 2010

Piano di Governo del TUO Territorio

Il Quaglia ricorda che:
alcuni elaborati del P.G.T. sono esposti presso il corridoio del piano terreno del Comune, di fronte all’Ufficio Tecnico;
il P.G.T. è anche visionabile sul sito web del Comune. Clicca sul link qui sotto se vuoi acccedere direttamente per scaricare i file http://www.comune.angera.va.it/servizi/menu/dinamica.aspx?idArea=16754&idCat=16864&ID=18103&TipoElemento=Categoria

Le piantine sono scaricabili in mini formato e ingrandibili per dettagli.

Si rammenta che il P.G.T. è esposto in Comune dal 10 novembre 2010 per 30 giorni.
Dal 10 dicembre 2010 fino alle ore 12 del 10 gennaio 2011 si possono presentare le osservazioni.
Chiunque, interessato per fatto personale o a tutela dell’ interesse collettivo, può presentare osservazioni/proposte in duplice copia in carta libera all’Ufficio Protocollo entro la data del 10/1/2011.

Nov 13 2010

Cos’hai risposto

Sebbene arrivino ancora questionari compilati, proviamo a fare i conti su quello che è stato risposto, mettendo a confronto le risposte al sondaggio fatto sul blog e quelle sul questionario distribuito al  domicilio. Da giorni abbiamo creato la pagina Flash che raccoglie le risposte date sul questionario alla domanda se hai qualche osservazione o sugerimento da dare?

Sono stati distribuiti circa 1600 questionari. Non è stato possibile distribuirli in tutte le case poichè in alcune abitazioni le cassette della posta non erano accessibili al momento della consegna. Ad oggi sono stati riconsegnati nei punti di raccolta 143 questionari. Sul blog le risposte sono state 62.

mostra articolo »

Il dato più rilevante è la scarsa partecipazione a questa come ad un’altra iniziativa simile di interesse pubblico. E’ evidente che lo scarso utilizzo di queste formule per conoscere l’opinione della gente, la difficoltà di capirne il significato o di credere in questi strumenti e, senza voler essere retorici, la distanza che si percepisce verso le istituzioni riducono la penetranza di uno strumento utile come quello del sondaggio. Restano comunque interessanti i dati, vista la sufficiente omogeneità delle risposte all’interno del gruppo che si è espresso con uno dei due strumenti. Infine, il rispetto per chi ha avuto la voglia di rispondere ed ancor più di andare in un punto di raccolta per consegnare il questionario mi spingono a raccogliere e pubblicare i dati.

Note: Nei grafici che seguono le differenze di dimensione delle colonne dei 2 gruppi è dovuta al maggior numero di risposte date col questionario rispetto al blog. Sia nel questionario che sul blog non sempre è stata data risposta a tutte le domande. Infine sul questionario a volte sono state date più di 2 risposte. Non sapendo quale scegliere le abbiamo riportate tutte (per esempio: diverse persone hanno risposto a tutte o quasi tutte le risposte, alla domanda cosa fare per i giovani).

Di seguito vengono riportati i grafici delle risposte. Clicca sul link per accedere ai grafici e agli eventuali commenti. 

guarda statistiche

Nov 08 2010

Baccanali d’Angera

Avete visto come, negli ultimi anni, molti terrazzamenti del nostro territorio si sono ripopolati di vigne. Un gruppo di persone ha avuto la bellissima idea di riprendere una tradizione secolare che si stava perdendo: la produzione del vino di Angera. L’inziativa, che è commerciale, si fonda sull’entusiasmo di contadini e produttori locali a cui va il nostro plauso. Hanno anche un sito che si chiama www.cascinapiano.it .

A parte elogi e ringraziamenti doverosi, veniamo a qual’è il valore aggiunto che

mostra articolo »

loro potrebbero apportare ad Angera e quale il favore che noi angeresi potremmo ricambiar loro.

Esempio di riuscitissimo connubio per pubblicizzare un prodotto e contemporaneamente una località è quello de “il nero d’Avola“. Questo vino ha fatto conoscere la cittadina siracusana in tutto il mondo, grazie alla pubblicizzazione del “u niuru” (il nero) che si beveva da centinaia d’anni e che conoscevano solo quelli del posto (peraltro un vino completamente diverso da quello commercilizzato).

Non potendo ambire a tanto (ma non è mai detta l’ultima), si potrebbe pensare di organizzare percorsi enologici proponendo ai turisti gite nelle cantine delle aziende vinicole angeresi e (magari associando) visite alle distillerie della Grappa d’Angera, feste come la tradizionale festa dell’uva e altre iniziative che potremmo chiamare Baccanali d’Angera. Così, evocando vaghi ricordi delle feste dionisiache dell’antichità, stimolerermmo la curiosità e l’interesse del turista. Peraltro un abbozzo di inziative di questo tipo è gia in corso con comitive provenienti dall’estero ed organizzate da Varese land of tourism e agenzie turistiche.

Nov 02 2010

E lucean le stelle.

 Ricevo e volentieri pubblico questa mail di una angerese che si è battuta per far illuminare la Rocca. Probabilmente ha dovuto remare contro troppa acqua e così la luce (bagnata) non è riuscita ad accendersi.

Ma non è detto che non ci si debba riuscire a realizzare questo sogno degli angeresi, degli aronesi e dei turisti….se solo si sistemano tutte le caselle…

___________________

dal gruppo in Facebook ILLUMINA LA ROCCA

Bianca dal Molin scrive: Un giorno di febbraio del 2009 ho pensato di creare un gruppo su Facebook per sensibilizzare gli angeresi iscritti – che avevo scoperto essere parecchi – al problema della luce in Rocca. Da anni mi ero ripromessa che il giorno che sarei andata in pensione mi ci sarei dedicata a fondo, perché io sono una persona che è ancora capace di indignarsi!

mostra articolo »

E così, arrivato il giorno fatidico, ho iniziato a cercare di scuotere gli angeresi. La cosa, come avrà constatato anche lei, è un’impresa quasi impossibile!
Comunque, tornando al Gruppo FB, in due mesi gli iscritti erano 500, in quattro mesi 800 e le   assicuro che hanno aderito persino ex angeresi emigrati in paesi  lontani….Forte di questo successo ho pensato (perché io parlo di gruppo ma in realtà sono stata lasciata assolutamente sola!)  di scrivere alla Proprietà.
Così ho scritto, prima sul sito dell’Amministrazione Borromeo, poi una lettera personale alla Principessa Bona che accompagnava la prima lettera e soprattutto mi sono presentata come la nipote di quell’Antonio Greppi del quale avevano preso una frase del libro “infanzia sul Lago” per presentare la Rocca.  Per circa 6 mesi silenzio assoluto.

Nel frattempo ho iniziato a raccogliere le firme vere, lasciando i fogli da firmare, negli esercizi pubblici di Angera e, tramite amici, di Taino, Ranco e Meina: le firme raccolte e contate una per una sono state più di 1000 nonostante il comune mi abbia remato contro come ha potuto, perché avendo nel 2004 acquistato un progetto da 260.000 Euro alla modica cifra di 30.000 Euro, ha continuato a sostenere la validità del suo progetto, bocciato  due volte in provincia e ha fatto  sapere agli angeresi che illuminare la Rocca sarebbe ricaduta sulle loro tasche…..Ma alla fine, dopo che la Prealpina ha parlato di “noi” e che le Provincie si sono fatte vive per portare avanti un loro progetto (un altro!), ha firmato la nostra petizione anche il Sindaco.

Ma un progetto lo avevamo fatto fare anche noi, in questo caso è giusto dire noi, perché Mario Limbiati ha gestito i contatti con la ditta la Side di Lissone,  che fa impiantistica in tutto il mondo, e che, dopo un sopralluogo in Rocca, ha accettato di farci fare un progetto da un loro architetto, a titolo gratuito,  accontentandosi di avere la foto della Rocca in catalogo.
I progetti alla fine sono stati due, perché nel frattempo è entrata in vigore una nuova legge regionale, durissima, sull’inquinamento luminoso.
Costo del primo progetto 24.000 Euro, del secondo 19.000 Euro.

L’amministrazione Borromeo, che mi aveva contattata per sapere chi eravamo e che cosa volevamo, è in possesso di entrambi i progetti, portati da me personalmente alla curatrice della Rocca.
Ma le Provincie di Novare e  Varese, dopo un incontro con il responsabile dell’Amministrazione, nel quadro di un’iniziativa comune per illuminare le due Rocca (Angera – Arona) hanno preso in mano il tutto. Questo è quanto mi ha detto per telefono il Dr. Russo dell’Amministrazione Borromeo di Milano, promettendomi che mi avrebbe tenuta informata. Per noi, il risultato era stato raggiunto!

Come si vede in realtà è tutto fermo e da un infiltrato in provincia di Varese ho saputo che il problema in quella sede non interessa nessuno.
Quest’estate, in giugno, abbiamo visto una bellissima Rocca illuminata per due giorni, per un matrimonio d’alto bordo e per un attimo ci siamo illusi…..E comunque questa è stata una riprova della facilità della realizzazione dell’impianto luminoso.

Le settimana scorso, grazie ad un amico Rotariano che mi  ha invitata, sono andata al Rotary di Travedona e ho portato una presentazione che avevo preparato in Power Point con tutta la storia del Gruppo Illumina la Rocca  e ho chiesto loro di cercare di avere notizie dalle Provincie ed eventualmente di aiutarci a riprendere in  mano il progetto e, perché no? farcelo sponsorizzare da loro…..
Vedremo!  le obiezioni sono state sempre le stesse: Non si può fare l’elemosina ai ricchi!  Ed è verissimo, ma, vista la situazione non ci resta che trovare un altro privato che paghi..

Questo in sintesi la storia, che mi ha vista protagonista abbandonata da tutti, con delle cortesi pacche sulle spalle, del tipo :”ma brava, vai avanti tu !”   In Angera molti hanno conflitti di interessi con i Borromeo e, in più, io credo che gli Angeresi siano molto bravi a lamentarsi, ma assolutamente non disposti a impegnarsi in una  battaglie civile.

Bianca Dal Molin

_________________

La pagina dei racconti e quella delle foto scattate col cellulare sono state riunite all’interno della pagina Storie, per far spazio alla nuova pagina in English.

Ott 30 2010

Welcome to the section for foreign residents

Da oggi iniziano a collaborare due nuove redattrici. Una è una vera giornalista, l’altra una gentilissima concittadina di lingua inglese che si presta a tradurre, informare e stimolare gli stranieri d’Angera e dintorni sui temi di interesse per il nostro territorio.

There are quite a number of foreigners living in Angera. Some new, perhaps still finding their way about, but who chose to live here because of the attractive location. Others who have been here for years, and those who have married Italians. We also have a number of foreigners who are working in Angera, who we would be happy to hear from.
This part of the website is dedicated to

Mostra »

those people, some of whom speak good Italian, others who are learning and perhaps struggling. Here we have a forum in English where we can express our opinions and ideas.
In less than a year there will be municipal elections in Angera. If we want to make Angera a better place, you should tell us what you think and send your suggestions and criticisms. Let us do some positive constructive thinking! All suggestions for improvements will be welcome so that future administrators can take note.
Below you can find an overview of what is currently being discussed.
We look forward to your input!

Summary
The site is set up as follows:
Home page – Who we are (the young, the elderly, who works in Angera, who lives in Angera) – Where we live (environment, villages and districts, the neighbours, the institutions) – Tourism (come to Angera, do it in Angera – what!?) – Treasure Hunt – Identikit – Survey – Flash – Stories – Mobile Photos – Contacts
Much is being discussed and below you can find an overview of what is going on. The only “foreigner” I have spotted so far is Tetyana who made the effort of writing in Italian to outline the difficulties of the gravel on the lakeside promenade – how many shoes she has ruined and the difficulties to push wheelchairs on such a surface, etc. Thank you Tetyana for bringing something to our attention that perhaps the average resident would not notice. There is the idea of an artist, Alberto, who negotiated a lower rent to use an empty shop window to show his paintings in the central pedestrian area. This is useful for him and brightens up the little street – awaiting the return of it becoming alive and animated once more. We live in hope!
Here are just some of the items that have been posted:
Transport, especially on the lake, but also suggestions for the occasional bus to Barzola / Capronno, possibility of cycle tracks – How to attract more events to Angera – A Mayor who could be available / reachable and seen walking around taking an interest in his town, including the parts on the outskirts (Barzola and Capronno) – Litter-louts, lack of waste-bins – Degeneration of town – Lack of access to the “Rocca” (castle) – More community spirit needed – PGT (urban planning) – Attracting tourism – Boating and Sailing – Suggestions for making the town more eye-catching –how to make Angera more alive and animated – Lack of recreation space for the young – Lack of funding and infrastructure – Lack of pride and love of some citizens for their town (and often smiles) – Schooling – Parking – Space for walking dogs – General difficulties – Sewage (lovely!) – Sporting facilities – Traffic – Fishing rights – Satellite dishes disturbing lake views – Difficulties of the elderly – The hospital – Possibility of volunteers, etc. ………

In Flash vengono aggiunte le nuove osservazioni che giungono coi questinari compilati.

Ott 26 2010

Il sabato del villaggio

 Leggendo i commenti ai questionari inviati a casa mi ha colpito quello di un cittadino anziano, con difficoltà deambulatorie, che elogiava..

mostra articolo »

il lavoro di alcuni dei nostri ultimi dettaglianti che svolgono un servizio a domicilio e chiedeva se anche il comune potesse far qualcosa per le persone con difficoltà negli spostamenti. Esiste già un buon servizio di volontariato per il trasporto in ospedale con auto comunale. Ho telefonato al signore e mi ha detto che per lui è un problema anche fare quei quattro acquisti settimanali e alla farmacia.

Sto pensando, ma dopotutto ognuno di noi va a fare la spesa il sabato o nel fine settimana. E allora perché non fare la spesa anche per qualcun altro? Se non riusciamo a passare noi dall’interessato, un volontario potrebbe raccogliere le richieste e i soldi, comunicarci cosa comperare e una volta fatta la spesa noi potremmo portarla con scontrino e resto al concittadino. Oppure se lo volesse potremmo portarlo a fare la spesa con noi. Perché il signore che ho sentito mi ha confidato che gli farebbe piacere ogni tanto andare ad un supermercato.

Proviamo a capire se si riesce a mettere insieme un gruppetto di lavoro su questo tema e quanti portebbero necessitare di un servizio del genere.

In linea di principio, te la sentiresti di prestare il tuo aiuto per realizzare questa iniziativa?

Loading ... Loading ...

Conosci qualcuno che necessiterebbe di quest'aiuto?

Loading ... Loading ...

Se ti senti già sicuro di voler collaborare a questo progetto o sei una persona che ha bisogno di un servizio di questo tipo comunicalo alla mia mail molalosso@libero.it (il nome delle persone che rispondono non verranno divulgate).

E’ stata aggiunta “sala letture ed internet point” nella pagina I giovani  in “Chi siamo”

Ott 24 2010

La voce degli stranieri d’Angera

Ricevo e pubblico con piacere questa mail perchè ci mostra il punto di vista di un abitante della periferia e per di più con una visione non italica, di umor, delle problematiche di Angera e dintorni.

__________________

Ciao tutti,

Sono nuova a questo forum e spero di dare un po’ d’input di valore.

mostra »

Prima di tutto devo dire che la trovo un’iniziativa molto buona, con un sito fatto bene. E’ molto importante mantenerlo vivo e prendere azione.

Vivo ad Angera dal 1983 (immigrata dalla lontana Ranco) nella periferia di “Pannocchialandia”, la grande metropoli di Barzola. Dunque sento il bisogno di dare voce anche a noi “contadini”.

Ho letto con cura tutto quello che è stato detto sul sito con molto interesse e ho scoperto tante cose. Le idee espresse sono molto costruttive e ne condivido la maggior parte.

Qui sotto butto giù qualche commento / idea iniziale:

Pur avendo la nazionalità italiana, vorrei parlare anche come straniera. Angera attira molti abitanti stranieri, perché è proprio una bella cittadina. In gran parte vengono naturalmente dall’JRC (nota bene che non si chiama più CCR, ma ufficialmente solo JRC, né Euratom, e non siamo “atomici”). Di recente anche piloti Easy Jet, e da altre aziende internazionali, come Agusta, ecc. Per attirare questa gente sul blog, che magari (almeno all’inizio) non parlano bene l’italiano, non sarebbe male dedicare una voce anche agli “Stranieri”. Lì si potrebbe lasciare messaggi preferibilmente in inglese, non escludendo in francese o tedesco al limite.  Noi stranieri potremmo dare un sacco d’idee (costruttivi) con l’esperienza di come funzionano le cose in altri paesi (senza essere troppo critici naturalmente – non vogliamo sentire gridare dagli Angeresi “stranieri, tutti a casa se non siete contenti!!!”).

Sono d’accordo sul fatto che il turismo deve essere incoraggiato e mi domando se nei posti dove andranno i turisti a chiedere informazioni ci siano persone che parlano due o tre lingue straniere. Almeno l’inglese, poiché la maggior parte di stranieri sul lago è di lingua inglese, o tedesca e olandese che normalmente parlano l’inglese.

Il sorriso e la gentilezza: Queste cose già menzionati sul blog rende felice sia chi le da, sia chi le riceve.

Trasporti: Buona l’idea di un pulmino il giovedì che passa per Barzola, per chi non ha trasporto.

Trasporto tra Angera e Arona: l’ultimo traghetto torna ad Angera alle 19:20 – dunque niente belle serate ad Arona per gli Angerese e niente belle serate ad Angera per la gente di Arona (e meno guadagno per i ristoranti di Angera).   Anche solo il weekend sarebbe bello avere almeno un traghetto che torna ad Angera intorno alle 22:30 (anche meno incidente stradale). Comunque qui dobbiamo convincere “Navigazione Lago Maggiore”.  I taxi boat costano cari purtroppo. Anche un pulmino navette in giro per i paesi vicini non sarebbe male il sabato sera per permettere ai giovani di bere qualche birretta con gli amici senza rischi. 

Tornando al trasporto sul Lago, un anno fa noi abbiamo organizzato una gara di barche solare sul Lago Maggiore che ha attirato molto interesse. Energia pulita, silenziosa. Abbiamo contattato alcune comune con l’idea di avere una barca solare per trasportare passeggeri (dunque di essere autonomo da “Navigazione Lago Maggiore”) per il tragitto Angera – Arona. Cercheremo ancora di spingere questa idea.

My wish list for Barzola: Quello che desidero per Barzola: Vorrei che passasse meno camion, per fino il divieto se possibile. I camion, usando la strada statale possono raggiungere l’area industriale in solo un centinaio di metri usando una strada più larga di quella di Barzola.

Vorrei vedere segnalata limite di velocità – non c’è nessun cartello in tutta Barzola! Un bel “Zona residenziale – guidare con cautela” ci starebbe bene. Barzola è una zona residenziale ma non esiste nessun cartello sulla restrizione di velocità – la gente pensa di essere in piena campagna e di poter andare a qualsiasi velocità. Barzola fa parte di Angera, dunque limita di velocità cinquanta!!!! Tra i dossi di Barzola e quelli di Ispra, sul rettilineo, le macchine, moto e camion cercano di recuperare e vanno sparati. Non più di un veicolo su cento rispetta i 50 a l’ora (non indicati)!  Dunque “le Mans 24 ore” davanti a casa mia. Non rallentano neanche’ quando ti vedano cercare di mettere un bambino piccolo in macchina e passano a qualche centimetro … un inferno! Magari “le Mans 24 ore” stile Angera potrebbe essere un’attrazione turistica, ma preferirei di no, non davanti a casa mia per favore!!!!

I villaggi di Barzola e Capronno sono carini e potrebbero essere valorizzati di più …… E che ne dite di una bella pista ciclabile che collega ad Angera?

Faccio un appello anche a tutti i residenti stranieri di partecipare a questo blog. Come on, I am sure you have lots of ideas and suggestions to make this a better place …..

Con tutte le mie scuse per il pessimo italiano scritto …. a presto su questo blog.

La Barzolese

 

E’ stato aggiunto “In giro col sindaco nella pagina I giovani

Ott 23 2010

Cosa vogliamo per Angera?

In questi giorni, in cui si sta per approvare il “piano di governo del territorio“, tornano prepotentemente alla ribalta le domande fondamentali che riguardano la nostra città e il nostro territorio.

Parlando con la gente e gli esperti si è capito che la domanda iniziale che ci dobbiamo porre è: che vocazione vogliamo dare alla nostra città e quale al nostro territorio?

mostra »

La risposta parrebbe scontata: siamo un bel luogo sul lago che attrae per sua natura il turismo quindi “vogliamo dare un’impronta turistica”. In realtà, al momento attuale, la risposta non è così certa e presenta tante sfaccettature. Alcuni sostengono che per preservare le bellezze e l’atmosfera locale si debbano operare poche scelte e mirate, altri si domandano ma chi beneficerebbe del turismo, i pochi locali pubblici e i pochi alberghi? Un professionista ha verificato che sino a pochi anni fa le imprese agricole superavano quelle a vocazione turistica e si poneva il problema della domanda iniziale:

Cosa sarebbe più giusto per Angera e cosa vogliamo noi per Angera?”

Trovata la risposta ci si domanderà: “cosa dobbiamo fare per ottenere il risultato migliore?”

Chi sta approvando il PGT potrebbe obiettare che questa discussione è già stata fatta, sono stati dati i tempi tecnici per le osservazioni e che è giunta l’ora delle decisioni. Resta il fatto che la discussione tra la cittadinanza non si è ancora esaurita ed è quindi utile, anche indipendemente dalle scelte che vengono dall’alto, riprendere a parlare della vocazione di Angera e delle scelte che noi angeresi vorremmo fare per il nostro territorio: nulla è definitivo e immodificabile.

Tu che ne pensi?

E’ stata aggiunta una pagina di commenti presi dai questionari inviati a casa, che si chiama “flash“.

Ott 17 2010

Cambia anche la Home

Da questa settimana la Home page si trasforma (da pagina fissa che spiega gli intenti del blog) in pagina dinamica.. 

mostra »

dove vengono pubblicati articoli che propongono argomenti da discutere e valutazioni sui vostri commenti. Tutto ciò per incentivare il dialogo e il confronto sui temi di interesse per la nostra città.

Verranno indicate anche le pagine che presentano delle modifiche e aggiunte. Per esempio se vai alla pagina Identikit troverai l’aggiunta di una qualità che chiediamo in più al nuovo sindaco (“Consulta la sua gente”).

Lug 23 2010

Home

Fra meno di un anno ad Angera ci saranno le nuove elezioni comunali. 

Cosa pensi che non sia mai stato fatto?
Cosa vorresti che venisse fatto per la nostra cittadina?  

Dì la tua!  

Costruiamo insieme un programma da proporre a chi ci vorrà amministrare. 

mostra »

  

Avvertenze per l’uso: questo blog non nasce con la voglia di polemizzare con gli amministratori comunali che si sono succeduti. Quello che è stato fatto se ben fatto rappresenta giustamente un punto di orgoglio per i nostri amministratori e una bella conquista per tutti noi. Di quello che è stato fatto in maniera non ottimale e di quello che non è stato realizzato se ne parlerà solo perchè diventi un futuro obiettivo.

Ed è proprio sulle aspirazioni che si fonda questo blog. E’ dalle mille proposte di ognuno di noi e dal dialogo e il confronto tra i cittadini angeresi e delle nostre periferie che deve nascere un programma ideale e una serie di punti fissi realizzabili.

 In questo momento di ristrettezze economiche e “patti per la stabilità” è dall’impegno comune, dal contributo di tutti che possono nascere cose belle e durevoli, …perchè condivise.

 Serve solo una cosa: anche “il tuo entusiasmo“.

 

   

    

Contavisite aggiunto il 9/10/2010



Pagina 214 di 214« Prima...102030...210211212213214