I Vicini

Arona

Quella striscia di lago che ci divide da Arona attualmente sembra una barriera d’acqua che limita i contatti. Avvicina le rive potrebbe essere lo slogan per intraprendere una serie di iniziative insieme tra le due città, scambiandoci manifestazioni ed eventi, promuovendone di comuni. Si dovrebbe poi pensare a rendere continuo, pratico e veloce il passaggio delle persone tra le due città.

Il barcaiolo

Soprattutto nei mesi invernali il numero di traghetti è talmente esiguo da scoraggiare il viaggio via lago sino ad Arona. Il servizio è usato solo da lavoratori e dagli alunni negli orari di entrata ed uscita. Ma come potrebbe essere se venisse istituito un servizio di barche leggere e veloci di non più di 8/10 posti che a chiamata dalla riva si spostasse da un porto all’altro senza orario (durante tutte le ore non coperte dal servizio traghetti).

Sesto Calende, Cadrezzate, Ispra, Taino e Ranco

Con questi vicini vanno incrementati gli scambi di iniziative.

Sviluppare gli itinerari escursionistici, creando una rete di congiunzione tra i percorsi di Agenda 21 Laghi e creare nuovi percorsi.

Al sindaco di Cadrezzate, Canton, il nuovo sindaco d’Angera dovrà proporre di dividere le spese del pulmino per il mercato del giovedì e farlo passare anche per i nostri borghi e quartieri periferici – tanto “è di strada” (licenza poetica). 

Alla bella ed efficente organizzazione dell’Università della terza età di Sesto Calende si potrebbe chiedere di unificare le iniziative con le nostre e dove possibile portare alcuni corsi anche qui ad Angera.

In sintesi l’osmosi del territorio.

3 comments

  1. Massimo Dotta

    IL BARCAIOLO, una volta c’erano alcuni personaggi che facevano i barcaioli ad Angera ma poi la professione é sparita, quasi a nessuno piace lavorare fuori orario, magari di sera, chiedendo per il proprio lavoro magari anche poco. Io se devo andare ad Arona o Meina alle 8 di sera andrei comunque sempre in auto, perché quando sono arrivato sulla riva di queste amene cittadine e devo andare a Mercurago, Dagnente o Oleggio Castello come faccio? Ormai nessuno vuole portare per più di 100 metri le sporte della spesa. Sapessi dover andare a piedi dalla Soara al porto, poi attracersare in motoscafo (a che prezzo? e se costasse troppo il servizio il comune ripianerebbe? ma non diciamo….) magari per andare al mercato di Arona, fare spesa e poi tornare a casa ancora a piedi. Un servizio di motoscafi servirebbe poi solo per Arona, non certo per Sesto, Ispra, Castelletto eccetera. Troppo caro, bello ma troppo caro, chiedere a chi tenta di andare da Angera a Stresa con un motoscafo, con la benzina di un’auto normale ci vado sei volte.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 0 Thumb down 0

  2. Pasquale D'Ambrosio

    Egregio signor Dotta, forse ci conosciamo e le voglio dire che non è così semplice. A volte qualcuno si mette in gioco, ha delle buone idee, o comunque ci crede.
    Ho acquistato una barca per il servizio navetta “gratuito” per i miei clienti da Arona ad Angera, alla Noce , non può nemmeno immaginare quali ostacoli burocratici ho incontrato ….. sembra impossibile….. ce la farò, perchè io sono un testardo e sò che ce la farò, ma le giuro che se le racconto quante e quali carte ci vogliono. 999 su mille mollano, e come questa anche altre iniziative, degne di lode e sicuramente di interesse per lo sviluppo del territorio, muoiono, non decollano o si perdono proprio perchè burocraticamente quasi irrealizzabili.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 2 Thumb down 0

  3. un ranchese

    e Ranco? non ci considerate?

    creare percorsi naturalistici sulla collina di san Quirico e un percorso ciclopedonale sulla strada del lago…. ecc.

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 3 Thumb down 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>