«

»

Gen 01 2018

Indagini Shell

In questo filmato viene spiegato come avverranno le indagini del sottosuolo che Shell eseguirà nel territorio della pianura padana, a cavallo tra Piemonte e Lombardia. 

In questi giorni, infatti, si è tornati a parlare di una vecchia concessione che lo Stato ha dato a privati per lo studio del sottosuolo per individuare la eventuale presenza di idrocarburi.

La zona di indagine è centrata nell’area della pianura prossima a Borgomanero, Borgosesia. Per completare il reticolo di analisi, che avviene per diagonali che si incrociano su un territorio più ampio, alcuni sondaggi potranno essere effettuati nel nostro Comune, per lo studio della piana di Lentate.

La piana di Lentate è l’unica area prossima al nostro Comune ed in piccola parte del nostro Comune a cui è stata data la concessione da parte dello Stato a Shell per la eventuale campagna.

Le indagini non prevedono nessun intervento nel sottosuolo. Non verrà condotta nessuna perforazione del suolo, ne tantomeno è concesso l’utilizzo di microcariche esplosive. Le analisi sono condotte con percussione del terreno e analisi della risposta dell’onda.

Al momento è autorizzato il solo studio del sottosuolo. 

Lo studio permetterà di conoscere le caratteristiche del sottosuolo superficiale e profondo. I dati relativi agli strati superficiali, non interessano a Shell, ma ci verranno messi a disposizione e potranno esserci utili per una miglior definizione dei terreni del nostro comune.

Siamo stati contattati per esporre il piano di studio. Vi informeremo sul risultato dei colloqui.

Ovviamente, conoscere non vuol dire accettare poi eventuali conseguenze legate a veri e propri interventi. 

 

 

 

Lascia una recensione

1 Comment on "Indagini Shell"

Notificami
avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Anonymous
Ospite

Visto che ancora viviamo di petrolio e di gas e che sciaguratamente abbiamo abbandonato il nucleare e anche il carbone e che le auto elettriche non vanno con lo spirito divino ma con l’elettricità prodotta da centrali a gas e che ancora oggi le energie alternative non coprono il fabbisogno energetico del nostro paese ben venga che trovino un po’ di petrolio anche se sotto i nostri territori.