«

»

Nov 14 2017

Un attimo che passa il treno

Insieme alla Amministrazione di Taino, abbiamo scritto un comunicato sui passaggi ferroviari tra le due località. Per Taino è importante partire con una soluzione che accontenti un po’ tutti i quartieri. Per Angera è importante garantire il passaggio ai barzolesi e capronnesi, agli agricoltori e ai centri ippici e ciclisti. Ora la Provincia valuterà se la soluzione intermedia è fattibile e sostenibile. Sarà sicuramente nostra cura spiegare in incontri pubblici, pregi e difetti delle soluzioni.

27 comments

  1. cittadina angerese

    Questo è parlar chiaro. Le settimane che hanno preceduto questo documento sono stata avvicinata da consiglieri di minoranza di Angera che a diverso titolo e nel tentativo di portare l’acqua al loro mulino mi spiegavano che se non ci fossero stati loro a ideare, progettare e presentare il progetto alternativo i cittadini di Angera e Taino avrebbero subito passivamente la scelta di Alp-Transit. Oggi i due amministratori di Taino e Angera spiegano, molto chiaramente, che non è così ma che a monte di tutto questo parlare ci sono stati una serie di incontri tesi a concertare una scelta condivisa. Per questo e altro una idea me la sono fatta di non dare più ascolto alle male lingue il cui unico intento è quello di creare confusione seguendo il detto “PESCARE NEL TORBIDO ” ottenere cioè dei vantagi approfittando (anche in modo non lecito) della confusione ( spesso creata di proposito).

    Commento che piace/non piace a più di: Thumb up 29 Thumb down 7

  2. Anonimo

    Bene … Ma sarà finanziato / costruito, prima il cavalca ferrovia, zona discarica, o il sottopasso prati bassi?

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 1 Thumb down 0

    1. Alessandro Paladini Molgora

      Da programmazione originale, zona discarica. Da richiesta di modifica di Taino, prati bassi. Ora i Tecnici della Provincia devono valutare fattibilità/sostenibilità della seconda opzione, in relazione ai soldi messi a disposizione. Siamo in attesa delle risultanze degli approfondimenti. Noi abbiamo comunque posto delle condizioni a tutela dei cittadini e operatori angeresi (barzolesi e capronnesi, in primis) nell’eventualità si possa andare verso la seconda opzione.
      Grazie.

      Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 15 Thumb down 5

      1. Anonimo

        Sig. sindaco è possibile sapere quali sono le condizioni a tutela dei cittadini capronnesi / barzolesi ?

        Ti piace o non ti piace: Thumb up 1 Thumb down 0

        1. Alessandro Paladini Molgora

          Quali sono le condizioni a tutela dei cittadini capronnesi e barzolesi?

          Garantire un passaggio in zona discarica. Se questo non sarà un cavalcaferrovia, come era previsto, dovrà essere garantita una via diretta per arrivare alla strada per Prati Bassi, cosicché in caso di passaggio a livello chiuso (e chi sa per quanto coi nuovi treni?) si possa trovare una alternativa abbastanza agevole.
          Grazie.

          Ti piace o non ti piace: Thumb up 4 Thumb down 1

      2. Anonimo

        il sottopasso in via Prati Bassi non diventerà poi una piscina in caso di forti piogge.

        Ti piace o non ti piace: Thumb up 4 Thumb down 0

        1. Alessandro Paladini Molgora

          E’ una delle domande a cui devono rispondere i tecnici della Provincia. Soprattutto se c’è rischio allagamento da falda, ancor prima che da pioggia. Per la pioggia saranno previsti sistemi vari, tra cui obbligatoriamente pompe.
          Grazie.

          Ti piace o non ti piace: Thumb up 2 Thumb down 1

          1. Anonimo

            Quanti sono i morti annegati in un sottopasso con tanto di pompe previste dai tecnici?

            Ti piace o non ti piace: Thumb up 3 Thumb down 2

          2. annegato

            Non è il caso di pensare ad annegamenti quanto a che un allagamento potrebbe precludere l’accesso a tutto un paese.

            Ti piace o non ti piace: Thumb up 2 Thumb down 1

        2. relista

          Sarà un grosso rischio , basta informarsi , le case a schiera che sono a fianco della ferrovia hanno
          avuto sempre problemi di acqua . Sotto il livello della strada , figuriamoci il sottopasso .
          La zona quando piove incamera tutta l’acqua che filtra dalla collina di Taino , non penso che sia una buona soluzione , sono sicuro di questo perché conosco la zona .

          Ti piace o non ti piace: Thumb up 2 Thumb down 1

          1. Alessandro Paladini Molgora

            Buona sera.
            Se ne è certo, la inviterei a scrivercelo, perché sarà nostra premura segnalarlo ai tecnici della Provincia.
            Tenga conto che sono state ascoltate quasi tutte le giuste osservazioni di singoli cittadini, soprattutto di quelli della zona.
            Grazie.

            Ti piace o non ti piace: Thumb up 5 Thumb down 1

          2. MASSIMO DOTTA

            Quando ero un ragazzino andavo a giocare bei boschetti che più o meno dal sottopasso di via Gramsci vanno verso il Fattore e tutto il terreno era bagnato, addirittura paludoso, e anche adesso quando piove parecchio i prati lì intorno si inzuppano e allagano più del necessario. Comunque pensare ad un sottopasso come unico contatto con Taino mi sembra azzardato. Una idea che proprio non mi piace. Ho poi paura che fare un lavoro in zona quasi mediana precluda poi altri lavori a sud e soprattutto a nord. Ovvero che per non fare il cavalcavia della discarica si fa un sottopasso in via Prati bassi e poi basta. E se invece si lascia un passaggio a livello ancora in funzione mi chiedo perché non lasciarli tutti. Se è possibile sistemarne uno lo si può fare con tutti. O no? Senza fare grandi lavori, senza fare appalti, cavalcavia o sottopassi che dir si voglia.

            Ti piace o non ti piace: Thumb up 2 Thumb down 1

  3. diogene

    “Cerco L’Uomo”….parafrasando questa famosa frase mi sono chiesto se non è possibile arguire dalle sempre enormi differenze tra il “mi piace” e “non mi piace” come sia possibile che, anche di fronte all’evidenza, si presentino sempre 2,3 a volte 4 signori che dissentano. E’ evidente che all’oggettivo si contrapponga il soggettivo ma resta la domanda se non sia possibile che almeno una volta non prendano in considerazione il carattere obiettivo dello scritto.

    Commento che piace/non piace a più di: Thumb up 29 Thumb down 6

  4. Una cittadina di Barza....quasi di Barzola!

    Buongiorno Sindaco, vorrei solo far presente che al confine con Barzola c’è Barza e subito dopo Cadrezzate. Due realtà che non la interessano certamente, lo so, e di cui non sta a Lei preoccuparsene. Purtroppo però queste due zone rimarranno tagliate fuori dal collegamento con la Provinciale S.P.69 a causa della chiusura del passaggio a livello posto su via Mongini, precisiamo….posto su una Provinciale S.P.33 che macina più di 5000 passaggi quotidiani, compresi passaggi di servizio pubblico e di sicurezza e di tutti i comuni a monte di Cadrezzate!
    Purtroppo noi di Barza non abbiamo avuto la fortuna di avere una sindaca che si preoccupasse dei suoi cittadini come Lei e il sindaco i Taino. Il sindaco di Cadrezzate è l’unico che si è posto il problema di dove potessero passare i suoi cittadini, quelli dei comuni a monte non avendo vicino la ferrovia forse, e a giusta ragione, non hanno ben analizzato la cosa. Ora le chiedo…secondo Lei noi di Barza e chi scende da Cadrezzate e comuni a monte…..va fino a Ispra paese utilizzando il cavalcaferrovia per venire ad Angera o venire a Taino?!? O per andare a Sesto Calende, mentre prima era scorrevole e veloce passare dalla S.P.69, tagliando dalla via Mongini S.P.33, ora sarà conveniente allungarsi fino a Ispra al cavalcaferrovia?!
    Se fosse sfuggito a qualcuno…..il cavalcaferrovia di Ispra rimarrà l’unico punto di passaggio di tutta la zona “sopra la ferrovia”……provi ad immaginare nei momenti di punta…. ingresso e uscita dell’adiacente centro JRC!!
    Purtroppo per i più passare da Barzola diventerà la via più comoda, quantomeno più breve…..a Lei le conclusioni!
    Per informazione….noi ormai ci sentiamo più barzolesi che barzesi!!
    Cordiali saluti.

    Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 4 Thumb down 9

    1. Alessandro Paladini Molgora

      Che complessivamente questi interventi non portino tanti vantaggi quanti sono gli svantaggi, è certo per tutti.

      Ma io so che il passaggio a livello di via Mongini non verrà chiuso. Solo il vostro sindaco potrà decidere di chiuderlo. Quindi se ha questa preoccupazione chieda a lei.

      Scendendo da Cadrezzate penso che diverrà più comodo passare per il cavalcaferrovia di Ispra. Questa via non passerà per il centro, perché inizia subito dopo i palloni del Tennis del JCR e sbuca sulla provinciale all’uscita della discarica.
      Per la via attuale per Ispra e per le code dei dipendenti del JCR è molto peggio oggi, perché si trovano lunghe code che intasano le rotonde della provinciale già oggi, a causa delle sbarre abbassate. Col cavalcaferrovia il traffico non subirà stop in quella zona. Difficoltà legate al numero veicolare di certi momenti, questo è possibile.
      Grazie.

      Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 10 Thumb down 2

      1. Anonimo

        Il passaggio a livello di Via Mongini rimarrà aperto……”aperto” è una presa in giro visto la quantità di treni che transiteranno e le tempistiche di chiusura/apertura delle sbarre e comunque appena ultimato il cavalcaferrovia VERRA’ CHIUSO!!!
        Quanto al traffico ne riparleremo….soprattutto ne parleranno i barzolesi. Ma sopratutto ne riparleremo quando, rimanendo il cavalca ferrovia L’UNICA GROSSA VIA DI COMUNICAZIONE, si verificheranno (e succederà purtroppo!!) incidenti!!!
        Grazie per la cordiale risposta.
        Cordiali saluti

        Ti piace o non ti piace: Thumb up 4 Thumb down 2

  5. relista

    Sig. sindaco , le case a schiera lungo la ferrovia , esattamente quelle per intenderci sulla strada che passa sotto i binari , basta chiedere informazioni su quelle costruzioni , risalgono se no sbaglio agli anni 80 .
    Se non ricordo male ci sono delle pompe che convogliano fuori acqua quando piove .
    Questo mi raccontava chi ha abitato in quelle case anni fa . Figuriamoci la via Prati Bassi .

    Ti piace o non ti piace: Thumb up 4 Thumb down 1

  6. Una cittadina di Barza....quasi di Barzola!

    Vorrei ricordare che siamo nel 2017 e parlare ancora di sottopassi allagati e problemi di pompaggio acqua mi sembra ridicolo…..ci vogliono i soldi e la voglia di fare di bene! Non è che gli altri paesi hanno le bacchette magiche!! e in altri PAESI ALTRO CHE ACQUA, PIOGGE E TERRENI UMIDI!!!!

    https://www.centrometeoitaliano.it/curiosita/sottopasso-sommerso-olanda-incredibili-immagini-21-04-2014-12924/

    I sottopassi sono quelli che meglio si integrano con il paesaggio senza deturpare e sfregiare….visto che già dovremo “subire” il passaggio di questi disastrosi treni (perché tutta la qualità ambientale ne risentirà!) sarebbe opportuno “parare” il colpo quanto più possibile senza contribuire ulteriormente alla distruzione dell’ambiente.
    Se però si preferiscono gli ECOMOSTRI….perché sovrappassi come previsti a Taino e Ispra, alti 10 mt e lunghi quasi 1km, perché queste sono le misure necessarie perché il treno passi sotto e perché le macchine possano transitare con pendenze accettabili,….ALLORA AVANTI!!!……ECOMOSTRI OVUNQUE!!!.
    Ma che sia chiaro a tutti SARANNO ECOMOSTRI che piaccia o no!!!!!

    Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 1 Thumb down 15

    1. Realista

      Signora quando il genere umano viaggiava a piedi o a cavallo questi problemi non esistevano .
      Concordo con il salvaguardare il più possibile il nostro ambiente , però non so se fare un sottopasso in un acquitrino sia conveniente . Comunque l’ uomo se vuole deve sempre cercare il meglio , però è anche vero che tutti vorremmo il nostro orticello , più bello , più comodo e via dicendo . Tutto non si può avere , speriamo bene .

      Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 11 Thumb down 2

  7. uno di Angera

    Mi permetto di entrare in dialogo con “una cittadina di Barza….quasi Barzola” invitandola a considerare quanto nei trascorsi decenni gli italiani avessero considerato le scelte dei passati governi infelici sull’aver favorito il traffico su gomme limitando quello su rotaia portando di conseguenza il territorio ad elevati tassi di inquinamento acustico e atmosferico. Oggi, scelte più oculate, portano a riconsiderare il traffico su rotaia più economico e meno inquinante ma…..da qualche parte deve passare ed ecco che una linea già esistente e posta sull’asse Amsterdam/Genova viene scelta….migliaia di chilometri e attraversamento di migliaia di paesi ognuno dei quali con il suo orticello da salvaguardare, con i suoi metri in più da percorrere e con i suoi problemi di “salvaguardia del territorio”. Ma è mai possibile che la nostra capacità di guardare oltre sia sempre offuscata dal personale interesse di salvaguardare l’orto di casa. E’ chiaro che qualche disagio sarà creato ma a fronte di quale beneficio. Io abito ad Angera e a volte mi soffermo a guardare quel tratto di autostrada che scorre sotto al Mottarone..non mi piace ma penso che abbia risolto le comunicazioni con l’Ossola ed il passo del Sempione. e proprio a Lei di Barza ma perché non si è mai lamentata di quella TORRE… che tanto stona con il territorio…Lei dice che è li da decenni e forse non la vede più…fra qualche anno la stessa cosa diranno i nostri figli di quello che oggi sorgerà e che oggi Lei definisce ECOMOSTRO…e allora non si lamenti sempre di tutto e pensi invece e questo si è un problemi a quelle famiglie che abitano lungo la ferrovia..a loro sarà demandato tutto il peso del DISAGIO…non a Lei.

    Commento che piace/non piace a più di: Thumb up 17 Thumb down 2

  8. angerese basito

    Costo dell’opera olandese tre miliardi di dollari per una media di 30 mila veicoli al giorno…..ma non mi è chiaro se la cittadina di Barza…quasi Barzola vorrebbe realizzare un’opera analoga con i soldi dei Barzesi o pensa di farsi finanziare dai vicini amici dell’Euratom per il passaggio di circa trecento ( esagerando ) veicoli al giorno….quasi sicuramente ALP-TRANSIT boccerebbe l’opera . Prego la signora a formulare progetti meno faraonici.

    Commento che piace/non piace a più di: Thumb up 16 Thumb down 1

  9. Una cittadina di Barza....quasi di Barzola!

    ….e va bhe….contenti voi!!
    Grazie a Dio o a chi per esso io non vedrò più di tanti scempi…..buona fortuna ai posteri!

    Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 2 Thumb down 13

  10. uno di Angera

    Cortese signora di Barza io non volevo certo recarle offesa e se tale fosse stata la sensazione me ne scuso ma quello che volevo significare era il modo di avanzare proposte che, se fattibili, ben vengano e ancor più se motivate da condivisibili argomentazioni. Mi permetto di farle notare che le scelte spesso sono obbligate e le soluzioni da prendere devono essere SALOMONICHE. Al di la dei costi quando questi sono molto simili è giusto pensare di optare per la meno impattante con l’ambiente…ma, mi sembra di capire dai vari interventi , che il sopra passo anche se non si integra con l’ambiente resta il più sicuro….già abbiamo avuto un cattivo esempio di progettazione ad Angera con la scuola materna costruita su un terreno cedevole…e non vorrei che con un sotto passo ci trovassimo nelle identiche condizioni in caso di abbondanti piogge. Per cui, signora, non si senta offesa se si argomenta qualcosa contro i suoi consigli..personalmente li accetto se sono ben pensati e argomentati.

    Commento che piace/non piace a più di: Thumb up 14 Thumb down 0

  11. Una cittadina di Barza....quasi di Barzola!

    Nessuna offesa assolutamente!….se la scuola materna ha avuto problemi….NON È SOLO COLPA DEL TERRENO!!! I nostri terreni hanno sicuramente un sacco di problemi causa acqua, ma se si avesse a cuore il nostro ambiente (Lago Maggiore e suoi dintorni), che tanto i viene invidiato e ambito e che ancora può essere definito un “piccolo paradiso”, e dovremmo ringraziare il cielo OGNI GIORNO per la fortuna che abbiamo ad abitarci (provate ad andare a Milano ad abitare per una settimana!), credo che sia compito DI TUTTI TUTELARE E PRESERVARE IL PIÙ POSSIBILE QUANTO CI CIRCONDA. SE BISOGNA SPENDERE SOLDI, CHE SI SPENDANO BENE E NEL MOGLIOR MODO POSSIBILE! Non sono assolutamente contro il futuro, il progresso o le innovazioni, ma vanno ragionate e progettate con buon senso e molto prima di metterli in atto. Purtroppo nel nostro paese invece si parte sempre al rovescio….prima passa il treno e poi penseremo al resto…danni compresi!
    SICCOME QUESTO TRENO PASSA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PERCHÉ UN ENTE PRIVATO (HUPAC)…UN ENTE PRI-VA-TO, HA TUTTA LA SUA, E SOLO LA SUA, CONVENIENZA a passare sulla nostra linea,era forse il caso di PRETENDERE ANCHE QUALCOSA IN CAMBIO DEI LORO, E SOLO LORO, AFFARI!!! Invece l’unica cosa che ne ricaveremo da tutto questo invece saranno DISAGI, DETURPAZIONE E TANTO TANTO TANTO PERICOLO!!! E non mi pare che in questo discorso ci sia SOLO IL MIO ORTICELLO!!!!!
    Ma ribadisco…..se a molti va bene chinare il capo…”tanto A ME FANNO IL PONTE!!!….gli altri si arrangino!!”….auguri ai posteri!

    Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 2 Thumb down 15

    1. Anonimo

      d’altro canto cosa si aspetta da un paese dove per far festa si lanciano palloncini a pochi metri da un’oasi protetta?
      dove vanno a finire i palloncini?
      Nel lago con i pochi pesci rimasti o nell’oasi della Bruschera?
      Con che coraggio insegnamo ai nostri figli il rispetto per l’ambiente?

      Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 5 Thumb down 14

    2. Demos

      HUPAC pagherà i pedaggi se usa la rete delle Ferrovie dello Stato, HUPAC da già in cambio qualche cosa
      con il suo terminal di Busto Arsizio da lavoro a circa 4000 persone. Poi per quanto riguarda l’impatto ambientale su questo si bisogna stare attenti però facciamolo su tutto anche su quelle case moderne inserite in ambienti storici,

      Commento che piace/non piace a più di: Thumb up 14 Thumb down 0

  12. Una cittadina di Barza....quasi di Barzola!

    ….dimenticavo…per chi fa fatica a capire…..l’articolo del sottopasso Olandese……È UN E S E M P I O!!!….solo per dire e ribadire che siamo nel 2017…..e visto che DOBBIAMO ANDARE VERSO IL FUTURO (in questo caso il treno)…cerchiamo di non andarci con il calesse ma….magari nemmeno la Lamborghini…..ma almeno una buona “auto moderna” e con qualche confort!!! Leggiamo OLTRE LE RIGHE e i commenti!!!!

    Commento dibattuto. Cosa ne pensi? Thumb up 4 Thumb down 13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>