«

»

Lug 12 2017

Leggere con vista lago

Quanto è bello sedersi sulle panche della nostra allea e guardare il lago?!

E quanto è bello sedersi all’ombra degli ippocastani a leggere, alzando di tanto in tanto lo sguardo e vedere tanta meraviglia davanti ai nostri occhi?!

Così ci è venuto spontaneo pensare di poter mettere a disposizione di tutti un luogo dove raccogliere libri, fumetti, testi che parlano di Angera o book stranieri. Un luogo dove prendere un libro per leggere un attimo in tutta tranquillità, oppure un luogo che si apra allo scambio librario (book crossing: porto un libro e ne prendo un altro).

Ma non poteva essere una semplice casetta per libri. Doveva essere una casetta che aprisse anch’essa al bello oltre il libro – il nostro bello, i nostri prati, la vita che scorre, il nostro lago e i suoi cieli.

Ecco che l’abbiamo pensata come una finestra con la parete di fondo trasparente. Aprire lo sportello per accedere al bello.

Aprire alla “lettura con vista lago”.

 

 

Lascia una recensione

3 Commenti on "Leggere con vista lago"

Notificami
avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Anonymous
Ospite

Book crossing non consiste nel prendere un libro e lasciarne un altro.
Il book crossing consiste nell’etichettare un libro, inserirlo in un sito internet , a questo punto viene assegnato un numero identificativo in modo tale che chi lascia il libro, collegandosi al sito può seguire il”tragitto” del suo libro e i commenti che i diversi lettori lasceranno.
Tanto per capire di cosa si sta parlando

 
Pippo
Ospite

Tutto come previsto: asportati i libri e riempito il contenitore con deiezioni canine. Piu’ che acculturare i cittadini meglio fare dei corsi di educazione civica. Chi fa queste cose e’ un mentecatto ignorante.

 
Angerese Deluso
Ospite

Se davvero è come dice Pippo,e non ho motivo di dubitare che non lo sia,quello che e’ successo è vergognoso…la persona o le persone che hanno fatto questo sono solo degli incivili e dei maleducati.Se sono cittadini angeresi non sono degni di vivere nel comune e se sono turisti stiano pure a casa loro!