Nov 21 2017

Delitto in biblioteca

Nov 19 2017

Tassa rifiuti: ad Angera nessuna irregolarità

In questi giorni si parla della errata applicazione da parte di diversi Comuni della tassa rifiuti (TARI), facendo pagare anche per le pertinenze (Garage, Box, accessori, etc).

Ad Angera questo non è successo. 

Anche sul sito del Comune si informa che il nostro Comune applica la tassa rifiuti (TARI) secondo quanto previsto dalla L. 147/2013 e dal Regolamento comunale, e  precisamente la quota variabile non viene applicata alle pertinenze delle utenze domestiche.

L’Ufficio Tributi è a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti. Tel. 0331.930632, E-mail: tributi@comune.angera.it

Nov 14 2017

Un attimo che passa il treno

Insieme alla Amministrazione di Taino, abbiamo scritto un comunicato sui passaggi ferroviari tra le due località. Per Taino è importante partire con una soluzione che accontenti un po’ tutti i quartieri. Per Angera è importante garantire il passaggio ai barzolesi e capronnesi, agli agricoltori e ai centri ippici e ciclisti. Ora la Provincia valuterà se la soluzione intermedia è fattibile e sostenibile. Sarà sicuramente nostra cura spiegare in incontri pubblici, pregi e difetti delle soluzioni.

Nov 12 2017

Il senso di salute

clicca sull’immagine per leggerlo

Nov 09 2017

La via della posta

Dopo i lavori di posa della nuova fognatura, da un paio di giorni stata riaperta la via Cadorna.

Questi lavori hanno permesso di dividere finalmente le acque chiare e quelle fognarie in questo importante tratto cittadino. I lavori erano indispensabili anche perché la vecchia tubatura era diventata fragile e continuava a rompersi più.

La ditta che ha eseguito i lavori ci ha comunicato che l’asfalto definitivo verrà posato solo in primavera. Questo perché vuole verificare eventuali assestamenti del terreno.

Nel frattempo, per l’apertura del nuovo parcheggio all’ospedale stiamo aspettando la fornitura dei pali dell’illuminazione dell’area a parcheggio. Poi mancherà solo il servoscala per i disabili e il collaudo dell’opera fondamentale per la riapertura.

Nov 07 2017

Iniziano i lavori per la ciclabile

Oggi sono iniziati i lavori di costruzione del primo tratto di ciclabile di Angera.

I lavori riguardano il tratto di provinciale di via Milano che va dal Tigros all’ultimo gruppo di case in fondo alla discesa della provinciale.

L’opera è stata interamente finanziata dal Tigros, grazie ad un accordo con l’amministrazione comunale e costa 60.000 €.

Questo tratto di pista, protetto dal traffico veicolare, permetterà finalmente agli abitanti di quella zona di giungere al supermercato e in zona Bruschera senza dover prendere l’auto, come devono far ora a causa della pericolosità nel camminare a bordo strada. Gli abitanti di quella zona ci segnalavano che anche andare ai giardinetti coi bambini era talmente pericoloso che ci potevano andare solo in auto oppure dovevano rinunciarci in caso di mancanza d’auto.

Il tratto di pista in futuro si inserirà nella pista del lago Maggiore, in via di progettazione da parte della Provincia di Varese, confidando poi in futuri bandi con finanziamenti europei, statali o regionali. 

Per quel che riguarda la ciclabilità angerese, questo è il primo segmento di una pista che porterà dalle zone ad est di Angera, Paludi-Baranzitt-Bruschera, al centro cittadino evitando le grandi strade e le pericolose intersezioni in zona cimitero.

Nov 05 2017

Alp Transit

Su Alp Transit la situazione attuale è questa:

Per fare chiarezza, gli interventi previsti sulla tratta Angera-Taino prevedono da parte di Stato, Regione, Provincia e Rete Ferroviaria Italiana la chiusura di 5 passaggi a livello e la sostituzione di questi passaggi con un cavalcaferrovia e un sottopasso.

Al momento il finanziamento previsto è solo per un’opera. Quella del cavalcaferrovia a nord. L’altra opera sarà finanziata nei prossimi anni.

Domani abbiamo un incontro in Regione con questi interlocutori, più ovviamente Taino, per valutare se si possa dare priorità al secondo intervento, quello non ancora finanziato, che prevede una nuova strada con sottopasso in zona Prati Bassi, con collegamento a sud degli abitati sulla provinciale Sesto-Angera, e posticipare l’intervento previsto ad oggi con il cavalcavia in zona discarica. Questo su richiesta dei cittadini e dell’amministrazione di Taino. Nei giorni scorsi i tecnici provinciali hanno fatto delle simulazioni per valutare la sostenibilità di questa variante con i fondi disponibili in questa fase.

Visto che i passaggi a livello andranno comunque tutti chiusi nel medio-periodo, resta fondamentale un sovrappasso in zona nord per garantire l’accesso diretto all’isola ecologica che si trova subito al di là della ferrovia venendo da Taino, Barzola e Capronno. Così, va garantito il passaggio est-ovest ai terreni e alle strade a nord per le importanti attività agricole e ippiche, a chi cammina a piedi e a chi va in bicicletta, a chi insomma necessiti di passare da una parte all’altra della ferrovia e che con la chiusura del passaggio di via Fiume, via Napoli e via Verdi non avrebbe più possibilità di raggiungere l’altro versante. Come amministrazione abbiamo incontrato diversi agricoltori, titolari di aziende agricole, portatori di interesse per definire con loro una linea che garantisca la nostra agricoltura, il turismo rurale e ciclopedonale, gli abitanti delle frazioni.
Dell’argomento se ne è parlato davanti a una sala gremita di cittadini, venerdì 15 settembre scorso, durante l’incontro pubblico “Angera: facciamo il punto”.

Sono già in programma altri incontri nelle località più interessate (Barzola e Caponno) ma anche in centro per capire appieno le necessità e le decisioni da prendere sulla scelta più opportuna per la nostra collettività, che avverranno dopo i chiarimenti che avremo ottenuto in Regione, con Provincia, RFI e amministrazione Tainese.

Le polemiche sterili le lasciamo ai soliti altri.

Nov 01 2017

La nostra Pro Civ al Campo dei Fiori

Ancora una volta i volontari della nostra Protezione Civile si sono fatti trovare pronti nell’emergenza, dando immediata disponibilità a collaborare allo spegnimento dell’incendio divampato al Parco del Campo dei Fiori.

La squadra anti-incendio boschivo, composta da un gruppo di quattro unità ben addestrate, con il mezzo attrezzato, (un pick up predisposto col modulo anti-incendio) e idoneo equipaggiamento, è intervenuta sia domenica che oggi sulle alture del Campo dei Fiori.
Domenica, sino a sera tardi a cercare di domare le fiamme ed oggi per individuare e spegnere i fumaioli o i possibili inneschi.

Ott 31 2017

Prolungamento orario cimitero

Vista la presenza anche in orario serale di persone che vanno a visitare i propri cari al cimitero, abbiamo prolungato l’orario di apertura invernale sino alle ore 18. Se ci fossero particolari richieste, comunicatele all’Uff. Tecnico che verranno vagliate.

Ott 30 2017

Al via i lavori per la banda larga

A partire dal mese di dicembre inizieranno i lavori per stendere la rete di fibre ottiche per la città e le frazioni. Questi lavori permetteranno di poter disporre, in un anno, in tutta la città, della banda larga ultraveloce per la trasmissione dati e per il collegamento internet veloce.

Angera sarà il primo comune ad avere l’impianto della rete a fibre ottiche (tra i cluster C e D). La novità tecnologica in arrivo è frutto di un accordo tra Ministero dello Sviluppo Economico e Regione Lombardia con individuazione di una società “in-house”, denominata Infratel. Per questo, l’intervento non costerà nulla alle nostre casse comunali.

Ci è già stato presentato sulla carta il tracciato del reticolo che le fibre disegneranno per le vie cittadine. Nel prossimo mese ci saranno i sopralluoghi congiunti tra i tecnici di Infratel e quelli comunali per valutare le zone critiche, soprattutto previste nel centro storico.

Nel frattempo, i mesi scorsi, Enel ha realizzato il collegamento a fibre ottiche tra le due stazioni di Angera e Ranco.

A sinistra, il reticolo principale sia ad Angera che a Barzola e Capronno.

A destra, lo schema della trasmissione. Dal giunto internodale si dividono le linee che vanno alle sottostazioni sino alle zone prossime alle abitazioni.

Solo l’ultimo tratto di collegamento, quello che arriva alle abitazioni, non sarà realizzato ora.

Dalla conclusione dei lavori per la realizzazione della rete, si potrà richiedere il collegamento a casa. La richiesta dovrà essere fatta al proprio operatore telefonico con cui si è abbonati (Tim,Telecom, Tre, Vodafone, etc).  L’operatore telefonico chiederà l’allacciamento alle abitazioni a Infratel che eseguirà i lavori.

A Infratel è assegnata la gestione delle linee e la manutenzione delle stesse per 20 anni. L’utente continuerà ad usare il proprio operatore di fiducia.

Pagina 1 di 21612345...102030...Ultima »